Thelonious Monk «Monk’s Dream»

1525

AUTORE

Thelonious Monk

TITOLO DEL DISCO

«Monk’s Dream»

ETICHETTA

Poll Winners

 


 

Dopo un triennio di album live, Monk tornava in uno studio per l’esordio con la Columbia: e creò «Monk’s Dream», uno dei capitoli basilari della sua discografia. È infatti l’opera che, dopo tante incomprensioni, segnò il riconoscimento dell’irregolare pianista come uno dei massimi artefici in generale del jazz moderno (ed è il suo disco più venduto). Offre due ballad per pianoforte solo, Body And Soul e Just A Gigolo, e sei brani con un quartetto in cui è da apprezzare anche il fedele Rouse, sassofonista assurdamente sottovalutato proprio per essere vissuto, dal 1959 al ’70, nell’ombra del colossale leader. I sei bonus propongono alcuni titoli del disco originale in altre incisioni di Monk, tra cui Body And Soul, sempre eseguito da solo, al teatro Lirico di Milano il 21-4-61.

Maletto


 

DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Charlie Rouse (ten.), Thelonious Monk (p.), John Ore (cb.), Frankie Dunlop (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, tra 31-10 e 6-11-62. Con sei bonus, tra 1952 e 1961.