Tangerine Dream «Quantum Gate»

2125

AUTORE

Tangerine Dream

TITOLO DEL DISCO

«Quantum Gate»

ETICHETTA

Kscope Music

 


 

La figura di Froese qui non aleggia solo spiritualmente. Le alchimie del musicista tedesco che nel 1967 fondò i Tangerine Dream, aprendo pionieristicamente lo scenario della musica elettronica come nuova protagonista di campi sonori inesplorati, ci sono: almeno fino a quando ha potuto (gennaio 2015), fatta eccezione per It’s Time To Leave When Everyone Is Dancing. E la sua indelebile impronta si fa sentire in Sensing Elements e Granular Blankets, dove le misture di rock progressivo vengono rarefatte dalle diafane armonie elettroniche Roll The Seven Twice ricorda a tutti quali sono stati i natali della techno, dell’electro-dance e del chillout, con impercettibili variazioni ritmiche che affrescano un quadro dalle tinte vermiglie. Non-locality Destination è avvolgente, carica di emozioni sottintese nella sua forma narrativa cinematografica, con la chitarra che s’intona a voce solista. Proton Bonfire impasta la filosofia new age con classe ed eleganza e con la consueta attenzione alle sfumature che, da cinquant’anni a questa parte, contraddistingue i Tangerine Dream.

Ayroldi

[da Musica Jazz, ottobre 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Edgar Froese (chit., sint.), Thorsten Quaeschning (chit., steel drums, sint., b. el.), Hoshiko Yamane (viol.), Ulrich Schnauss (sint., sequencer).

DATA REGISTRAZIONE

Vienna, agosto 2014-giugno 2017.