Sun Ra and his Arkestra «Thunder Of The Gods»

242

AUTORE

Sun Ra and his Arkestra

TITOLO DEL DISCO

«Thunder Of The Gods»

ETICHETTA

Modern Harmonic


 

Rassegniamoci: le miniere di Saturno sono inesauribili e la Modern Harmonic è tra le etichette più attive nel rovistarvi. (Musica Jazz, 02/17). L’ennesima estrazione dai giacimenti di Sun Ra ci consegna un album con registrazioni provenienti da due sedute decisamente diverse, anche fisicamente distinte nell’edizione in vinile. Calling Planet Earth – We’ll Wait For You risale al tempo della registrazione del live «Universe In Blue» (in stereo), mentre il brano eponimo e Moonshots Across the Sky (in mono) vennero concepiti prima, durante la lavorazione di «Strange Strings» e ne ribadiscono l’atmosfera davvero aliena di quell’album, che mostrò cosa intendesse Sun Ra per sezione d’archi e sperimentazione armonica: un flusso di scricchiolii, sfregamenti e raschiamenti.

Alterazioni sonore che Phill Niblock catturò su pellicola nel corto The Magic Sun in quello stesso anno (1966). Tutt’altra la musica del brano dal vivo datato 1972, aperto dallo stesso Ra all’organo che chiama a raccolta tutti e poi strutturato come una sequenza di assoli tra cui spiccano quello debordante all’oboe (presumibilmente) di Allen e rumorista del leader alle tastiere. Nel bel mezzo del suo assolo si insinua per un breve intervento vocale June Tyson, sempre puntuale nel ricordare ai più distratti che stiamo ascoltando cose di un altro mondo e la ripresa di Ra ne è una sconvolgente conferma.

Gennaro Fucile


 

DISTRIBUTORE

modernharmonic.com

FORMAZIONE

Sun Ra (org., moog, batt.), Ahk Tal Ebah, Kwame Hadi, (tr.), Charles Stephens, Ali Hassan (trne), Marshall Allen (alto, piccolo, oboe, fl.), Danny Davis (alto, cl.), John Gilmore (ten), Pat Patrick (bar.), James Jacson (oboe, fl., perc.), Art Jenkins, Carl Nimrod, Robert Cummings (cordofoni), Alzo Wright (cello), Ronnie Boykins (cb., viola, dutar), Clifford Jarvis (perc.), Les Humphries (batt.), June Tyson (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 1966-1972.