Sachal Vasandani & Romain Collin «Midnight Shelter»

13940

AUTORE

Sachal Vasandani & Romain Collin

TITOLO DEL DISCO

«Midnight Shelter»

ETICHETTA

Edition Records


Quando una bella voce incontra un pianoforte duttile e romantico, ma con una spruzzata di energia, il risultato non può che essere emozionante. Vasandani ha una voce tale da creare atmosfere indimenticabili anche se leggesse i codici Ateco; Collin tiene a mente le capacità e le corde vocali di velluto blu del suo sodale e dipinge armonie e crea ritmi impliciti con magistrale naturalezza. Undici brani che mettono insieme tanta bella musica, non imbolsita, che il panorama musicale dei songwriter abbia potuto offrire. Troviamo Nick Drake con River Man, con il pianoforte di Collin che si fa scuro e la voce di Vasandani suggerisce le parole. Troviamo la premiata coppia Lennon-McCartney con Blackbird, qui resa ancor più bella dall’essiccazione degli accordi. Spunta un Bob Dylan poco aduso, quello di Don’t Think Twice, It’s All Right e la voce di Vasandani si alza di tono e trova luminosità nel fraseggio deciso del pianista franco-americano. C’è Wayne Shorter con Dance Cadaverous che si mette a cantare con le parole e la voce di Vasandani: operazione riuscita, che non maschera le dissonanze e né il vocalist statunitense prova a fare i geroglifici per sostituirsi al sassofono di Shorter. Non solo interpretazioni o rivisitazioni: Vasandani e Collin ci regalano anche due perle autentiche. La prima è del cantante, Love Away, un brano che fa ondeggiare la testa nonostante lo svolgimento cameristico. One Last Try è il dono firmato da Collin, di struggente bellezza dal profumo francese.
Ayroldi

Pubblicata sul numero di novembre 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Sachal Vasandani (voc.), Romain Collin (p.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 11 e 12-7-20.