Pasquale Stafano «Sparks»

14607

AUTORE

Pasquale Stafano

TITOLO DEL DISCO

«Sparks»

ETICHETTA

Enja


Non è facile trovarsi di fronte a lavori di tale fatta. Meticolosi, ma spontanei; spumeggianti, ma riflessivi e, soprattutto, con un piglio così personale frutto di esperienze musicali diverse, ma sempre all’insegna della coerenza e dell’onesta intellettuale. Ecco in sintesi ciò che emerge a chiare lettere dall’ascolto di «Sparks». Un disco che vede nel suo brano portante e omonimo la summa del pensiero artistico del pianista pugliese. E se l’incipit è degno dei migliori percorsi di classica contemporanea, la suite si dipana tra gli idiomi del jazz europeo: tra ostinati che si rincorrono, sonorità morbide e raffinate che si alternano ad imperiose soluzioni ritmiche. Anche Three Days Snow si dirige sugli stessi temi, con una melodia che spicca subito il volo, nonostante i tempi soffusi, medi ancorati alle eleganti spazzole di Gerardi e il pulsare ritmico circadiano di Vendola. Ogni brano è considerevole anche per la durata, mai però imbolsito o infarcito. C’è sempre qualcosa di nuovo da ascoltare. Così Night Market è scoppiettante come uno schioppo ben oliato: le sovrapposizioni armoniche e i giochi ritmici sulla melodia, rendono la composizione ancor più affascinante. Remembrance è deep con Gerardi che tiene banco mentre Stafano addomestica i tasti a suo piacimento, tra note pesate e sospensioni perfette. Si gira l’angolo e ci si imbatte in Countdown che nasconde il suo romanticismo classico su di un ritmo sussultante, con delle soluzioni proto-funk per le quali l’aggettivo geniale non è sprecato. Mirror Of Soul, con Gerardi che manovra le percussioni creando acquerelli sonori nei quali il pianismo incisivo, sfacciatamente europeo, preciso e creatore di emozioni di Stafano si inserisce a meraviglia. Gli orologi di Clocks danno lo start alle note di grana grossa pennellate da Vendola, mentre l’armonia trova rifugio nel pianoforte che crea architravi e libera suoni senza tempo. Spetta all’archetto di Vendola e alla coralità sinfonica del trio chiudere con The Roller Coaster e la sua forza dirompente, un disco da gustare con attenzione e a più riprese.
Ayroldi

Pubblicata sul numero di giugno 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Pasquale Stafano (p.), Giorgio Vendola (cb.), Saverio Gerardi (batt., perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Cavalicco, 25 e 26-1-2021.