Nils Landgren Funk Unit «Funk is my Religion»

13475

AUTORE

Nils Landgren Funk Unit

TITOLO DEL DISCO

«Funk Is My Religion»

ETICHETTA

Act Music


«Chi ha bisogno di una band funk in Svezia?». Nel 1994 Landgren si pose questa domanda. E non si diede una risposta: andò avanti. E, a vedere l’ultraventennale risultato, è andata bene. Live entusiasmanti, collaborazioni prestigiose (Randy Brecker, Fred Wesley), dodici album con l’Act Music, un notevole seguito di fan. Per Landgren è l’altra faccia del suo io musicale e, da buon Giano bifronte, indossa gli abiti migliori del funkettaro d.o.c., a dispetto del romanticismo che spesso ammanta le sue produzioni altre. E anche con questi dieci brani, tutti originali, firmati dai vari componenti della Unit, si confermano le aspettative: un album solido, vigoroso, mai banale. Dal funk intinto di soul di Amanda, alle variazioni soft-funk con inclinazioni anni Ottanta di Anyway You Want It, ai ritmi quasi hip hop di Es In Memoriam. Il comune denominatore, manco a dirlo, è la ballabilità di ogni brano; così come l’eleganza con cui i ritmi funk vengono trattati dalla band. Nella musica di Landgren & Co. c’è sempre tanta altra roba oltre al funky. Una fusion gentile, con qualche venatura rock, una buona dose di soul e, spesso, la macchina del tempo ci restituisce i fasti degli anni Settanta e Ottanta.
Ayroldi

Pubblicata sul numero di luglio 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Jonas Wall (ten., voc.), Nils Landgren (trne, voc.), Petter Bergander (tast., voc.), Andy Pfeiler (chit., voc.), Magnum Coltrane Price (b. el., tast., voc.), Robert Ikiz (batt.)

DATA REGISTRAZIONE

Loc. e data scon.