Ludovico Einaudi «Cinema»

10974

AUTORE

Ludovico Einaudi

TITOLO DEL DISCO

«Cinema»

ETICHETTA

Decca


Un film è più bello se la colonna sonora è calzante, se abbraccia le scene che ci trasportano in un altro universo. E Ludovico Einaudi è senz’altro uno dei maestri per eccellenza delle colonne sonore contemporanee. La sua musica ha dato voce narrativa a pellicole belle e intense; profonde quanto lo è la sua musica. Il suo tocco pianistico è sempre filmico: anche quando il passaggio musicale non accompagna delle scene, Einaudi riesce a disegnare dei paesaggi sonori. «Cinema» è una raccolta di una parte della musica che il pianista e compositore torinese ha, nel corso di oltre tre decenni di militanza, disegnato per registi di ogni parte del globo. Doppio album per un totale di ventotto brani che ci ricordano le immagini di immarcescibili film come Il terzo omicidio di Hirokazu Kore’eda, Quasi amici di Olivier Nakache e Éric Toledano, che firmano anche la regia di Samba, Aprile con la direzione di Nanni Moretti, fino a giungere al vincitore dell’Oscar 2021 e pluripremiato Nomadland, con la regia di Chloé Zao. Il fraseggio di Einaudi scolpisce il senso di ogni film, carpisce la natura del soggetto e la fa musica. Tant’è che, diversi brani hanno avuto anche successo in alcune ottime serie televisive come This is England ’90 o la distopica Sharp Objects. La vis narrativa di Einaudi è sempre attenta a non perdere l’attimo a dare voce a ogni fotogramma, a suggellare con pensosa malinconia o ponderata gioiosità ogni sentimento.
Alceste Ayroldi


DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Ludovico Einaudi (p.)

DATA REGISTRAZIONE

Loc. e data scon.