Larry Coryell – Philip Catherine «The Last Call»

10786

AUTORE

Larry Coryell – Philip Catherine

TITOLO DEL DISCO

«The Last Call»

ETICHETTA

Act Music


Anno 2017: il patron dell’Act Music Siggi Loch aveva dato corso alla fortunata collana The Art of Duo e, per mano sua, la sera del 24 dopo quarant’anni dal loro primo connubio (sempre in quel di Berlino) tornarono in scena fianco a fianco due tra i più geniali chitarristi del secolo: lo statunitense Larry Coryell e il belga Philip Catherine. Una serata magica, in uno dei tempi della musica qual è la Philharmonie Berlin. Due differenti modi di concepire il jazz attraverso le corde della chitarra. Di lì a poco, Coryell ci lasciò e questa ultima registrazione live acquista ancor più pregio. A supporto del collaudato duo si schierano tre grandi menti del jazz europeo, che entrano da subito nel mood concettuale di Coryell e Catherine, affiancandoli uno per volta, brano per brano, con garbo e compenetrazione assoluta nei sette brani in scaletta. In Miss Julie (firmata da Coryell) sono le corde delle chitarre a intrecciarsi, intersecarsi, disegnare ritmi, armonie e linee melodiche zeppe di richiami alla grande tradizione, ma aurate da movimenti di una freschezza assoluta. Homecomings reca il sigillo di Catherine e, anche qui, è appannaggio dei soli chitarristi, che sugellano la loro telepatia musicale, tra sigilli acuti, frasi ritmiche spezzate, focose vampate di blues, che incorniciano una lezione magistrale di stile e passione. Si arriva così alla superba interpretazione di Manhã de Carnaval di Luiz Bonfá, reinventata dalle soluzioni architettate dal duo, che apre anche scenari spagnoli. Jemin-Eye’n esce dal sacco di Coryell con la sua inconfondibile cadenza blues-gitana. E’ tempo di apparentamenti e il primo partner sulla scena è Lundgren, che con la sua profondità e calore, affianca Catherine per una rimarchevole esecuzione della gershwiniana Embraceable You. A Danielsson, invece, spetta il compito di stare al passo di Coryell per dare nuova luce a Bag’s Groove. E il bassista svedese sa come mettere il proprio sigillo, con la sua cavata sicura e le note tornite e gustose che accarezzano e sorreggono le scelte rigogliose di Coryell, i raddoppi e la metrica sul filo del rasoio. Si chiude in grande stile, con una jam che coinvolge anche Fresu e si muove intorno a Green Dolphin Street. Un disco da tenere sempre pronto per non dimenticare come si debba suonare la chitarra prima di salire su di un palco.
Alceste Ayroldi


DISTRIBUTORE

actmusic.com

FORMAZIONE

Formaz. complessiva: Paolo Fresu (tr.), Jan Lundgren (p.), Larry Coryell, Philip Catherine (chit.), Lars Danielsson (cb.).

DATA REGISTRAZIONE

Berlino, 24-1-17.