Prima edizione del Premio Salerno Jazz, 30 marzo

Dodici artisti internazionali scelti da una giuria presieduta dal Maestro Giovanni Tommaso.

6030

Salerno e il jazz, un binomio che si rafforza con la nascita di un premio che diventa la naturale prosecuzione di un progetto nato nel 2007 con la costituzione della Salerno Jazz Orchestra. Volendo andare indietro nel tempo, la genesi si rintraccia nelle pagine di storia della Seconda Guerra Mondiale con l’Operazione Avalanche che dalle coste salernitane oltre a contribuire alla liberazione contaminò la città con la musica d’impianto afroamericana. E così il 30 marzo 2023 sul palco del Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” a Salerno il jazz tornerà ad essere protagonista con il Premio Salerno Jazz alla sua prima edizione. La direzione artistica è di Stefano Giuliano.
A condurre la serata non poteva che essere il poliedrico Gegè Telesforo, cantante, musicista, conduttore televisivo e radiofonico che condividerà il palco con la giornalista Concita De Luca.
Sulle tavole del Massimo Cittadino si alterneranno dodici artisti che si sono distinti per la carriera artistica, le produzioni discografiche, l’attività concertistica, le collaborazioni e la contaminazione espressiva. Una giuria presieduta da Giovanni Tommaso ha scelto dodici nomi, tra artisti nazionali e internazionali, per altrettanti mondi jazzistici: Fabrizio Bosso (tromba), Serena Brancale (voce), Matteo e Giovanni Cutello (tromba e sax), Dario Deidda (basso), Stefano Di Battista (sax), Roberto Gatto (batteria), Aaron Goldberg (piano), Gabriel Marciano (sax), Rita Marcotulli (piano), Mauro Ottolini (trombone), Anthony Strong (voce e piano) e Fabio Zeppetella (chitarra).
E IL PREMIO DIVENTA CONCERTO
Un premio sì ma anche un grande show: è la data la data in cui torna ad esibirsi la Salerno Jazz Orchestra”, diretta dal M° Stefano Giuliano che accompagnerà gli artisti che si esibiranno uno dopo l’altro dopo aver ricevuto il premio. Si muove su questi piani il programma pensato per il concerto-gala del 30 marzo. Roberto Gatto eseguirà ad esempio “West Side Story Suite”, tratto da West Side Story nella versione di Buddy Rich, storico batterista dell’era Swing/Bop. Dario Deidda, Fabio Zeppetella e Aaron Goldberg suoneranno insieme “Across The City” e “Allegro”, brani dello stesso Zeppetella. Rita Marcotulli ha scelto di presentarsi al pubblico del premio con la sua “Between”; così come Serena Brancale che ha attinto ai suoi spartiti con “Il Gusto Delle Cose”. Omaggio a Dizzy Gillespie sarà quello di Fabrizio Bosso con “Dizzy’s Blues” (di Fabrizio Bosso); “Rita” sarà l’originale dedica a Rita Levi Montalcini di Stefano Di Battista. Anthony Strong interpreterà una sua versione ri-arrangiata di “Too Darn Hot” di Cole Porter; Matteo e Giovanni Cutello proporranno “Nostalgia In Time Square” di Charles Mingus; Gabriel Marciano, “Firm Roots” di Cedar Walton, mentre Mauro Ottolini dialogherà con la Salerno Jazz Orchestra sulle note di “New Orleans”
L’evento è organizzato da Sofy Music con il contributo della Regione Campania, del Comune di Salerno e della Confcommercio Salerno e il partenariato di Mc Donald’s
Info e prenotazioni premiosalernojazz@gmail.com – 30 marzo ore 20,20 – botteghino Teatro Verdi (piazza Matteo Luciani, 23), tel. 089 662141