Parker/Capra Vaccina/Prati – Musiche Nuove a Piacenza

281
Musiche Nuove a Piacenza

Evan Parker – Lino Capra Vaccina – Walter Prati “ The Topography of the Night”– Musiche Nuove a Piacenza – Auditorium Conservatorio Nicolini  – 17 giugno 2017

Musiche Nuove a piacenza

Ancora un evento di grande respiro per Max Marchini e la sua rassegna Musiche Nuove a Piacenza. Come in diverse altre occasioni il discografico piacentino anima della etichetta Dark Companion non si è limitato ad invitare musicisti di grande levatura ma li ha convinti a riunirsi per un evento unico ad altri artisti che in certi casi appartengono a mondi musicali differenti. Proprio in queste sfide “impossibili” sta l’eccitante freschezza, il brivido del rischio dell’incomunicabilità, la curiosità di quello che potrà succedere sul palco. Questo mix di sentimenti ha fatto sì che il concerto di Evan Parker abbia attirato a Piacenza spettatori anche dalla lontana Austria, per una serata nella quale era previsto un doppio set in convivenza con un notevolissimo concerto del Collettivo 21, gruppo di giovani allievi del Conservatorio Nicolini, che eseguiva alla presenza del compositore quattro brani di Frederic Rzweski.

L’apertura della serata è stata quindi affidata a questo brillante progetto di musica contemporanea per poi lasciare il palco a Evan Parker che ha iniziato la sua performance in duo con Walter Prati, suo fedele collaboratore da decenni. Prati con le elettroniche crea un sottofondo cavernoso e ribollente sul quale il soprano di Parker sussurra un fraseggio leggero, appuntito e veloce che ritorna reiterativamente sulle stesse note, a quel punto lo stesso fraseggio viene campionato e rilasciato da Prati in continui delay che si incastrano dentro al flusso continuo creato dal sassofonista con la tecnica della respirazione circolare, creando un’atmosfera ipnotica e suggestiva, acuita dal sapiente uso di luci di differenti colori che alternativamente illuminavano ed oscuravano il palco in un affascinante caleidoscopio sotto la regia dello stesso Marchini, come dai movimenti tellurici emulati dai profondi bassi di Prati.

musiche nuove a piacenza
Gianni Mimmo e Evan Parker a Musiche Nuove, Piacenza – foto Francesco Spezia

Qui ha iniziato ad inserirsi alle percussioni Lino Capra Vaccina, arricchendo la tavolozza imbastita da Prati in maniera discreta e non invasiva, sempre sottilmente insinuante. Evan Parker a quel punto ha chiamato dalle quinte gli altri due artisti ospiti: il sassofonista Gianni Mimmo ed il trombonista piacentino Angelo Contini, da molti anni sodali nella musica improvvisata spontanea. Le note lunghe e sospese dei due facevano curioso contrasto con la pioggia di note elargite da Parker nel suo incessante fraseggio. Qui è uscito il genio di Lino Capra Vaccina che con l’intelligenza del grande armonizzatore ha saputo inserire gli elementi di colore che servivano per legare tra loro i tre fiati, immediatamente seguito da Prati che a quel punto ne campionava le inusuali percussioni. La tavolozza timbrica è divenuta ricchissima avvolgendo gli spettatori in un unicum di grande fascino.

I tre fiati si sono alternati nel guidare gli altri lungo sentieri selvaggi, Contini lirico, Mimmo ieratico nelle sue perfette geometrie, Parker immenso nell’unire ricerca con feeling in un crescendo continuo della energia sul palco, tra le fiammate divampanti dagli slanci di Walter Prati e Lino Capra Vaccina che amplificavano la dimensione onirica del concerto. Una riuscita trionfale per un ensemble mai visto prima e che il mentore Marchini ha voluto chiamare “The Topography Of The Night” parafrasando il titolo del disco di Evan Parker “The Topography Of The Lungs” che acquistò giovanissimo e che, come egli stesso ha pubblicamente affermato, gli ha cambiato la vita.

musiche nuove a piacenza
Aa destra Contini, Mimmo, Parker, Marchini, Prati, Capra Vaccina a Musiche Nuove a Piacenza – foto Francesco Spezia

Una menzione particolare a Lino Capra Vaccina ed al suo amore per la musica: il percussionista e compositore (tra le altre cose anima dei più brillanti dischi di Battiato, fondatore degli Aktuala e collaboratore di Claudio Abbado) terminato il concerto ha raccolto rapidamente i suoi strumenti per recarsi a Bergamo dove lo attendeva un set di un’ora in solo programmato alle 4 del mattino. I poeti non sono mai stanchi, vogliono solo la bellezza.

Giancarlo Spezia

 

musiche nuove a piacenza
Evan Parker e Lino Capra Vaccina – foto Francesco Spezia