Earth Tongues «Ohio»

2874

AUTORE

Earth Tongues

TITOLO DEL DISCO

«Ohio»

ETICHETTA

Neithernorrecords


Soundscape, paesaggio sonoro: c’è una denotazione sinestetica già nel termine che descrive come meglio non si potrebbe il lavoro, ormai riconosciuto e documentato in diversi dischi, di Carlo Costa, romano attivo a New York da oltre dieci anni. Lavoro di cui ascoltiamo in questo doppio cd, registrato dal vivo, un esempio in due parti per un’ora e mezzo circa che spinge a interrogarsi su quale sia la soglia, o dove possa definirsene una, che separa esperienze come questa da altre ugualmente immersive, ma funzionali rispetto ad attività specifiche, come, ad esempio, all’attivazione di stati psicofisici. È un percussionista finissimo, Costa, e un improvvisatore capace di sfrenare nell’universo espressivo infinitamente estendibile delle percussioni una visionarietà che sembra davvero vibrare «scopicamente», che significa anche articolare le rappresentazioni dei propri oggetti attraverso un rallentare che si confonde, complice il cosciente trascorrere del tempo, con l’immobilità. Che non si può confondere, invece, con la pura, fredda, analiticità che sembrerebbe stendervi un’ombra. Non è solo oggetto di ostensione il parassitarsi uno sull’altro di suoni e «rumori», la scomposizione cui sono assoggettati, il disvelamento di arrugginite strutture ritmiche, ma di contemplazione.

Dalla Bona

[da Musica Jazz, febbraio 2018]


DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Joe Moffett (tr., reg. a cassette), Dan Peck (tuba, reg. a cassette), Carlo Costa (perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Chesterhill, 18/7/15.