Askarov / Trégomain «Mugham Souls»

2398

AUTORE

Askarov / Trégomain

TITOLO DEL DISCO

«Mugham Souls»

ETICHETTA

Felmay

 


 

Continua il meritorio scandagliamento dell’universo musicale azero da parte della Felmay, nello specifico tramite uno dei suoi massimi esponenti, Askarov, per l’occasione accanto al collega francese Trégomain, cui lo lega la pratica improvvisativa, qui ben presente pur in un contesto formale rigoroso e calibrato. Sei i brani, di cui tre tradizionali rielaborati da Trégomain, il tutto attraversato dalla ricchezza ritmica e cromatica tipica del mugham, il cui quid stilistico finisce giocoforza per prevalere, con le sue marcate suggestioni, un invidiabile equilibrio fra parti vocali e aperture strumentali, accelerazioni e decelerazioni, con un incedere di taglio qua e là vagamente liturgico. C’è un episodio più occidentalizzante – Shelter Bayati Shiraz, non a caso uno dei tre targati Trégomain – almeno finché non entrano in campo Askarov e Mikayilov, in una ciclicità di situazioni che è un’altra caratteristica del lavoro, fino al conclusivo All Stars, sorta di jam finale per lo più strumentale in cui le voci s’insinuano a intermittenza, a suggello di un album senz’altro degno di nota, per chi ami valicare ogni tanto i propri confini abituali.

Bazzurro

[da Musica Jazz, maggio 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Gochag Askarov, Pierre de Trégomain (voc.), Vasif Huseynzade (p.), Elnur Mikayilov (kamancha), Kamran Karimov (naghara), Ibrahim Babayev (tar), Yusif Azizov (perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Baku, 5-11-16.