Mareike Wiening «Metropolis Paradise»

6805

AUTORE

Mareike Wiening

TITOLO DEL DISCO

«Metropolis Paradise»

ETICHETTA

Greenleaf Music


Non è facile fare conoscenza con una batterista anche compositrice. Non è che sia merce rara, ma sicuramente preziosa. Soprattutto quando la direzione non è quella muscolare ed esibizionistica, ma attenta alle sfumature, all’implicitazione del ritmo e a dare ampio spazio e sfogo alla creatività dei sodali. La Wiening riesce in tutto questo e lo fa attraverso otto bei brani, tutti a sua firma, che mettono sullo stesso desco i lineamenti del jazz contemporaneo di marca statunitense con quello più arguto e melodico della matrice europea. Free Time si sviluppa intorno a un pedale armonico nel quale Perry gioca di fioretto, prima con il capo chino e melanconico, poi vigoroso in legato e su registri più alti. Le note carezzevoli di 2 In 1 sprigionano l’attenta vigoria di Tepfer, che amalgama il credo classico contemporaneo con la scioltezza nervosa dei padroni del piano jazz, fino a cedere lo scettro a Goodman, che chiosa ogni nota con impercettibili e gradevoli pause. La batterista tedesca incornicia sempre il ritmo, canta con i suoi tamburi e i piatti, offre spunti a cascata, oppure un accompagnamento lineare, punteggiato da accentazioni che apre a nuove dinamiche. Così anche nei tempi soffusi di For A Good Day, pennellata dalle note scolpite e modulate di Felscher. Metropolis è incalzante, arrembante tra gli ostinati scattanti di Tepfer e lo swing carico della Wiening. D’altra pasta è fatta Viewpoints dove la melodia padroneggia; alla quale fa da contraltare Relations che appartiene al glorioso passato del jazz. Metropolis Paradise è un acquerello in cui convoglia tutto lo scibile jazzistico, anche nelle corde saettanti di Goodman. Free At Last chiude, con passo romantico ma claudicante, un album da tenere a mente.
Alceste Ayroldi


DISTRIBUTORE

Ird

FORMAZIONE

Rich Perry (ten.), Dan Tepfer (p.), Alex Goodman (chit.), Johannes Felscher (cb.), Mareike Wiening (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 21 e 22-6-18.