Lumină «Lumina»

2356

AUTORE

Lumină

TITOLO DEL DISCO

«Lumina»

ETICHETTA

Tuk Music

 


 

È il violoncello sognante della concertista di origine anglo-persiana Leila Shirvani ad aprire le danze in «Lumina», titolo del disco e nome del gruppo riunito per l’occasione. L’idea è venuta a Paolo Fresu: in qualità di produttore discografico e di talent scout, il trombettista di Berchidda ha scelto i cinque musicisti da coinvolgere nell’impresa, tutti giovani sotto i trent’anni che non avevano mai lavorato insieme. Un’intuizione vincente: perché questo è un insolito quanto elegante lavoro di jazz da camera, un concept album registrato per i 170 anni dalla nascita di Thomas Edison e dedicato, appunto, alla luce. Il tema viene declinato in dieci brani, ognuno dei quali ha il titolo «luce» nelle diverse lingue del nostro pianeta. In più ci sono una poesia di Emily Dickinson e quattro testi di Erri De Luca, Lella Costa, Marcello Fois e Flavio Soriga cantati dalla brava Carla Casarano. In una scaletta che mescola abilmente melodie pop in senso lato, echi classici e passaggi improvvisati, il lirismo della luce si fa musica con tanto di citazioni sottotraccia. In Yüngül, per esempio, il dialogo tra il contrabbasso di Bardoscia e il pianoforte di Greco evoca il Jarrett più cantabile degli anni Settanta. Questo, però, senza nulla togliere all’originalità della proposta musicale e alla qualità dell’operazione, testimonianza dell’ottimo stato di salute del nuovo jazz made in Italy.

Franchi

[da Musica Jazz, agosto 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

William Greco (p.), Leila Shirvani (cello), Marco Bardoscia (cb.), Emanuele Maniscalco (batt., armonium), Carla Casarano (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

Lecce, 20 e 21-3-17.