Danish String Quartet «Last Leaf»

2553

AUTORE

Danish String Quartet

TITOLO DEL DISCO

«Last Leaf»

ETICHETTA

ECM New Series

 


 

È ben nota l’inclinazione di Manfred Eicher verso il mondo scandinavo nelle sue molteplici sfaccettature. Altrettanto lo è la proverbiale capacità nel valorizzare nuovi talenti, indipendentemente dall’area in cui operano. A questa descrizione corrispondono i giovani componenti (tre danesi più il norvegese Schøyen Sjölin) del Danish String Quartet. I quattro, tutti musicisti di estrazione classica, concentrano la loro indagine sul patrimonio popolare scandinavo. Tra le sedici tracce in programma figurano infatti argute rielaborazioni di tradizionali danesi, svedesi, delle Fær Øer e delle Shetland. A queste vengono affiancati Despair Not, O Heart, basato su un inno del IV secolo scritto da Aurelio Prudenzio Clemente, un brano dello specialista norvegese di hardingfele (violino a otto corde) Gjermund Haugen, uno di Eva Sæther, ricercatrice svedese di tradizioni popolari. Vi si aggiungono infine quattro originali: tre firmati da Schøyen Sjölin, uno da Tonsgaard Sørensen. Ne risulta un percorso omogeneo, in cui temi e melodie di partenza vengono impreziositi da un fitto gioco di contrasti dinamici, tessiture e impasti timbrici. Un quartetto che in futuro potrebbe svolgere, in ottica europea, un ruolo analogo a quello di Kronos e Turtle Island.

Boddi

[da Musica Jazz, aprile 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Rune Tonsgaard Sørensen (viol., harmonium, p., glockenspiel), Frederik Øland (viol.), Asbjørn Nørgaard (viola), Fredrik Schøyen Sjölin (cello, cb.).

DATA REGISTRAZIONE

Frøstrup, gennaio 2017.