FestiValle, dal 4 al 7 agosto nella Valle dei Templi ad Agrigento

Il festival internazionale di musica e arti digitali della Valle dei Templi giunge alla sesta edizione.

1746

Nella splendida cornice del parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento torna, dal 4 al 7 agosto 2022, FestiValle, festival internazionale di musica e arti digitali. Giunto alla sua sesta edizione, FestiValle conferma e perfeziona il format esperienziale, guidato dalla ricerca del connubio fra sonorità jazz e contaminazioni contemporanee.
A FestiValle ogni attimo vissuto viene esaltato dalla combinazione multisensoriale di musica di qualità, paesaggi mozzafiato e profumi ancestrali. E per ogni momento FestiValle ha scelto con cura il luogo perfetto per vivere un’esperienza indimenticabile.
Quattro giorni di concerti e spettacoli immersi nella magia millenaria della Valle dei Templi, il parco archeologico più grande al mondo e inserito nella lista UNESCO dei Patrimoni Culturali dell’Umanità.
I live al tramonto nel rigoglioso Giardino della Kolymbethra con vista sul Tempio dei Dioscuri, in cui le note agrumate del parco botanico si fondono con quelle sofisticate dei live; la prima serata sul main stage ai piedi del maestoso Tempio di Giunone; l’afterparty by night sulla spiaggia di San Leone, dove musica e spettacolari architetture luminose si rincorrono sulla battigia; il rituale di passaggio dell’alba al Tempio della Concordia, aspettando il momento in cui i primi raggi di luce scaldano l’arenaria delle colonne doriche e tante altre attività collaterali da annunciare. 

Karate
Credit-Bryan-Sheffield-Courtesy-of-Numero-Group

Gli artisti in line-up
Si inizia giovedì 4 agosto con la celebrazione della reunion dei Karate, storica band post rock / slowcore jazz di Boston che torna a esibirsi insieme dopo 17 anni e per FVL animerà gli ulivi e i resti archeologici del Giardino della Kolymbethra. Definiti “indie-jazz” quando il termine “indie” indicava ancora l’underground e non la musica leggera, adesso i Karate sono pronti a riaccendere gli animi dei fan della prima ora e a fare innamorare le nuove generazioni.

Rita Payés


Nello stesso giorno, attraversando la Via Sacra e visitando le meraviglie del Parco Archeologico e Paesaggistico, al Tempio di Giunone altri due concerti in seconda serata. A salire sul palco saranno Rita Payes & Elisabeth Roma: la giovane trombonista e cantante catalana si esibisce in formazione di quartetto con la madre, chitarrista classica, in un percorso sonoro sensuale e raffinato. Le due musiciste, che hanno pubblicato nel 2021 “Como la piel”, il loro secondo album insieme condivideranno il palco con Horacio Fumero al contrabbasso e Juan R. Berbin alla batteria in un repertorio magico che fonde jazz, bossa nova e chitarra classica. 

Dele Sosimi
Foto di Bart Van der Moeren

In chiusura di serata, sul main stage arriva Dele Sosimi Afrobeat Orchestra, aka The Ambassador of Afrobeat! Tastierista e direttore musicale dei leggendari Egypt 80 di Fela Kuti e poi collaboratore di Femi Kuti, Dele Sosimi è uno dei massimi portavoce della black music mondiale, capace di spaziare dal groove funk ai ritmi africani, dal jazz alla musica tradizionale nigeriana. Sul palco di FVL, presenterà il suo ultimo disco “Full Moon” in versione live con una band di 7 musicisti.

Nu Genea

Venerdì 5 agosto segnerà l’incontro tra due mondi: il funk urbano e il sound afro-caraibico. Dall’underground napoletano al successo internazionale, i Nu Genea tornano finalmente dal vivo in full band con un nuovo attesissimo album in uscita a maggio. Nella stessa serata, il groove psichedelico dei Mauskovic, 5 polistrumentisti olandesi che continuano a scambiarsi gli strumenti senza mai fermarsi. Si preannuncia una grande festa… e presto verranno annunciati nuovi nomi.

Kamaal Williams

Sabato 6 agosto arriva in esclusiva siciliana (e attualmente unica data estiva italiana) Kamaal Williams! Tastierista e producer britannico, ha raggiunto la fama internazionale con il progetto Yussef Kamaal, insieme al batterista Yussef Dayes. L’album di debutto “Black Focus” ha vinto numerosi premi – tra cui il “Breaktrough Act” di Jazz FM – ed è diventato un punto di riferimento per la nuova scena jazz mondiale. Kamaal non finisce mai di stupire, con il suo sound avventuroso che attinge a jazz, funk, soul, hip-hop. Lo aspettiamo a FVL con una straordinaria live band di 5 elementi, per presentare il suo ultimo album “Wu Hen”.
Lo stage ai piedi del Tempio di Giunone ospiterà anche Marco Castello, polistrumentista eclettico che racconta la contemporaneità muovendosi con disinvoltura tra i linguaggi jazz, pop, funk e blues. Dietro la batteria o con la tromba in mano, sulle sei corde della chitarra o al microfono, Marco dà vita a un sound fresco e leggero, elegante ma allo stesso tempo immediato.
Domenica 7 agosto si apre con un evento speciale all’alba: Al passo con i templi – Il Risveglio degli Dei. Un viaggio onirico tra mito, musica e teatro con oltre quaranta performer. Gli dei del mondo classico greco compaiono come statue bianche tra le colonne del tempio della Concordia e prendono vita tra danze, canti e scene teatrali. Una sperimentazione di successo tutta siciliana creata dagli artisti Casa del Musical per raccontare il meraviglioso sito Unesco della Valle dei Templi. Alla performance si aggiungeranno le magiche note di Anais Drago, vincitrice del top jazz – categoria “nuove proposte”- della rivista Musica Jazz 2021, in un viaggio che attraversa jazz, rock, world music alla ricerca di nuove sonorità e generi di confine.

Toquinho
Foto di Marcos Hermes

Nella serata di domenica si celebrano i 50 anni di carriera di Toquinho con  la magia inconfondibile degli “Afro Sambas”,  ripercorrendo i brani che hanno fatto innamorare il pubblico di tutto il mondo. La “saudade” di Tom Jobim e del suo grande amico Vinicius de Moraes, di Baden Powell, Chico Buarque e tanti altri si trasforma sul palco in uno spettacolo di grande fascino.⁣⁣ Con l’inconfondibile tocco delicato sulla chitarra e con la sua voce calda, che dal vivo incontra quella della cantante brasiliana Camilla Faustino, Toquinho è l’espressione più pura e genuina della forza e della storia musicale del Brasile.⁣⁣ Sul palco: 𝗧𝗼𝗾𝘂𝗶𝗻𝗵𝗼 – voce e chitarra, 𝗖𝗮𝗺𝗶𝗹𝗹𝗮 𝗙𝗮𝘂𝘀𝘁𝗶𝗻𝗼 – voce, 𝗠𝗮𝘂𝗿𝗶𝗰𝗶𝗼 𝗭𝗼𝘁𝘁𝗮𝗿𝗲𝗹𝗹𝗶 – batteria, 𝗜𝘁𝗮𝗶𝗴𝘂𝗮𝗿𝗮 𝗕𝗿𝗮𝗻𝗱𝗮𝗼 – basso e chitarra⁣⁣.
Alla line up della serata si aggiunge un’incursione nelle atmosfere del country, rock’n’roll e swing made in USA con i Lovesick Duo, che intrecciano ricche armonie vocali con il sound di chitarra, contrabbasso e strumenti caratteristici del genere (come la chitarra resofonica e il dobro) creando un’atmosfera retrò, divertente e romantica allo stesso tempo. 

Tempio Concordia

L’impegno di FestiValle per la promozione territoriale
FestiValle è un’esperienza immersiva non solo musicale ma anche turistica che offre l’occasione di vivere il patrimonio artistico, storico e naturale della Valle dei Templi in modo inedito. FestiValle in questa edizione 2022 si arricchisce delle Experience: servizi e partnership pensati per potenziare il turismo esperienziale, escursioni e gite che puntano a promuovere in modo sostenibile e autentico lo sviluppo del territorio e le bellezze naturalistiche e paesaggistiche che lo contraddistinguono.  Gite in barca alla scoperta dei delfini del Mediterraneo, passeggiate per l’antico centro storico di Agrigento, ciclopasseggiate, il treno storico della Valle dei Templi e tour in SUP sulla costa della Scala dei Turchi sono direttamente acquistabili dal sito del Festival: https://www.festivalle.it/festivalle-experience/
Questa azione va nella precisa direzione di aumentare l’indotto turistico generato dall’evento che, dati alla mano, è rappresentato per oltre il 60% da spettatori e turisti non residenti ad Agrigento. Un percorso di crescita per l’intero territorio già iniziato l’anno scorso con l’adesione a Sicilia Festivals: la rete dei festival esperienziali siciliani di cui FestiValle è socio fondatore.
La collaborazione con il Politecnico di Milano per la sostenibilità ambientale
FestiValle fa parte della rete Italia Jazz e di JAZZ TAKES THE GREEN la rete dei festival ecosostenibili ed eventi culturali che hanno a cuore l’ambiente.
Anche per FestiValle 2022 verranno adottati i Criteri Ambientali Minimi (CAM) elaborati nell’ambito del Progetto GreenFEST (Green Festivals and Events through Sustainable Tenders), ed elencati in una apposita Check List. Inoltre il Festival ha ottenuto per l’impianto elettrico e la fornitura di energia necessaria alla realizzazione degli spettacoli la ‘Garanzia di Origine’ ovvero una certificazione che attesta la natura rinnovabile delle fonti utilizzate per la produzione di energia fornita.
FestiValle punta anche a essere uno dei primi festival ecosostenibili e Plastic Free in Sicilia. In questa direzione vanno le installazioni in legno riciclato ispirate alla digital art che prevedono l’uso della tecnologia LED Mapping e di tecniche di automazione attraverso reti neurali. Le opere saranno installate nei punti nevralgici della città di Agrigento e all’interno del Parco della Valle dei Templi e serviranno a promuovere il festival sul territorio riducendo al minimo l’uso di manifesti e altri materiali in carta stampata.  Le installazioni create grazie al prezioso supporto del nuovo partner tecnico Legno Master, sono state ideate a conclusione di un progetto formativo con gli studenti del Master in Music and Acoustic Engineering del Politecnico di Milano e realizzate in collaborazione con lo studio di architettura Grriz.
Per maggiori informazioni e dettagli sulla line-up e sugli appuntamenti di questa sesta edizione di FestiValle, per rimanere aggiornati, acquistare i biglietti, prenotare le experience e molto altro visitare il sito www.festivalle.it