Felice Clemente «Solo»

5762

AUTORE

Felice Clemente

TITOLO DEL DISCO

«Solo»

ETICHETTA

Crocevia di suoni


Sarà anche un viaggio intimistico, potrà sembrare anche un lavoro cameristico, fatto sta che – al di fuori dei luoghi comuni – il viaggio solitario di Clemente è un discorso così fluido e fluente da apparire come un messaggio musicale orchestrale. E’ infaticabile il fiatista milanese, sia perché il tutto è registrato in presa diretta, sia perché Clemente ci mette tutto se stesso: e si mette in gioco. Fermo restando l’assoluta difficoltà a reggere un live con una sola – parziale – famiglia di strumenti, qui c’è tanto pathos che si ascolta. Tre brani autografati dal Nostro e dieci attinti da un vocabolario tanto vario, quanto non imbolsito. Se è vero che si parte, a spron battuto, con Harlem Nocturne, declinato con un solfeggio attento, con una concatenazione di note che si disperdono per, poi, ricongiungersi nella trama melodica, è anche vero che troviamo delle chicche come Princess Linde di Michel Godard, che fluttua nell’ancia di Clemente e si muove con un respiro nuovo, fresco. C’è il sound frizzante, blues all’ennesima potenza, di Brandford Marsalis in Blues For One. Ogni brano è toccato con una particolare reverenza melodica: da Sarabande From Cello’s Suite n. 5 di Bach, con la quale il sassofonista lombardo rimarca l’assoluta vicinanza di due linguaggi (sempre che di un doppio binario si voglia ancora parlare); i movimenti di Clemente sono limpidi, saporiti, attenti a non alterare la struttura di ogni brano, ma con un linguaggio assolutamente personale. Nuovo Cinema Paradiso di Morricone è intonata nel rispetto del tema, ma l’abilità di Clemente le conferisce quel senso sinfonico che solo un’orchestra di vaglia potrebbe sottolineare. Ci sono tre temi che appartengono al fardello compositivo di Clemente: Bà-Bà, scoppiettante, dalla traccia melodica italiana-classica, che mette in mostra come il soprano sia uno strumento poliedrico e avvolgente. Con Moods declina il mainstream d’antan con classe ed eleganza e passo certo. Fino a giungere a un’improvvisazione, su base blues, in totale libertà cognitiva.
Alceste Ayroldi

 


DISTRIBUTORE

croceviadisuonirecords.com

FORMAZIONE

Felice Clemente (ten., sop. cl.).

DATA REGISTRAZIONE

Montecalvo, 15 e 16-11-19.