Javier Girotto / Natalio Mangalavite «Estándars»

2716

AUTORE

Javier Girotto / Natalio Mangalavite

TITOLO DEL DISCO

«Estándars»

ETICHETTA

Abeat


Coppia rodata e tipologia di repertorio pure, per questo nuovo lavoro dei due cordobani, svariante da Astor Piazzolla alla coppia Leguizamon-Castilla (particolarmente amata da Girotto), Hermanos Diaz e Carlos Gardel, Ariel Ramirez e Atahualpa Yupanqui (rispettivamente le ben note Alfonsina y el mar e Luna Tucumana, già nel repertorio di Mercedes Sosa, e come tali presenti, per esempio, nel recente omaggio di Ginevra Di Marco alla «Negra»), fino – onestamente anche un po’ a sorpresa – al Trovajoli di Roma nun fa’ la stupida stasera.

La sostanziale monoliticità dell’album, accentuata dal dedicarsi univoco al soprano da parte di Girotto (non è del resto una novità) è qua e là rotta – se così possiamo dire – dagli interventi vocali di Mangalavite, che peraltro portano l’atmosfera lievemente fuori sede, piuttosto esili per quanto con un loro profumo piuttosto preciso e avvertibile.

Le cose migliori arrivano con l’iniziale Km 11, immediato manifesto della carica energetica che caratterizza di fatto l’intero lavoro, e poi Cartas de amor di Leguizamon (cantato), Mujer Niña y amiga di Figueroa Reyes, prima lieve e poi in progressivo crescendo, i citati pezzi di Trovajoli, Ramirez e Atahualpa, e Taquito militar di Mariano Mores, a sua volta pieno e rigoglioso.

Bazzurro

[da Musica Jazz, marzo 2018]


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Javier Girotto (sop.), Natalio Mangalavite (p., voc.).

DATA REGISTRAZIONE

Milano, 7-5-16.