Bathysphere «Bathysphere»

2651

AUTORE

Bathysphere

TITOLO DEL DISCO

«Bathysphere»

ETICHETTA

Driff

 


 

Tutta la musica del cd, sette brani ispirati dalle figure di William Beebe e Otis Barton, due scienziati pionieri delle immersioni in batiscafo negli anni Trenta del secolo scorso, è accreditata a Karayorgis e Dijkstra ed è Bathysphere, un’altra formazione coagulatasi nella comunità musicale di Boston – sempre più estesa, a quanto pare, e fertile – lo strumento col quale offrono, lungo quasi un’ora, una declinazione pian piano sempre più sorprendente del suono contemporaneo di una big band. La irrobustiscono ospiti da fuori come Bishop, Malaby e Ho Bynum il cui sapere (impressiona quello esibito, in particolare, dal cornettista), aggiunto alla collaudata coesione dell’orchestra, è esaltato da una scrittura impercettibilmente determinata – anche quando la scioglie in conductions – a orientare la musica, in un mimetico velarsi verdognolo che sempre più grevemente si ottenebra, verso profondità oscure da grotta sottomarina. Derive dissolventi di cui la scrittura rende leggibili i movimenti insonori anche all’ascolto situato nelle acque traslucide.

Dalla Bona

[da Musica Jazz, marzo 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Jorrit Dijkstra (alto, lyricon, synth.), Pandelis Karayorgis (p.), Tony Malaby (ten., sop.), Seth Meicht (alto, ten.), Charlie Kohlhase (ten., bar.), Taylor Ho Bynum (corn.), Forbes Graham, Daniel Rosenthal (tr.), Jeb Bishop, Jeff Galindo (tr.ne), Josiah Reibstein (tuba), Nate McBride, Jef Charland (cb.), Luther Gray (batt.), Andrew Neumann (electronics).

DATA REGISTRAZIONE

Acton, 21-7-15.