Gene Segal «Spiral»

2951

AUTORE

Gene Segal

TITOLO DEL DISCO

«Spiral»

ETICHETTA

SteepleChase


Ancora Brian Charette in azione. Quello dell’organ trio e dei lavori discontinui. Il leader del progetto è qui un chitarrista di origine russa che risiede a Brooklyn, mentre tocca a Bruce Cox da Filadelfia, misconosciuto ma gran mestierante, reggere dalla batteria le fila di una musica che entra ed esce dalla tradizione senza però lasciare il segno. Cox risente inevitabilmente della sua militanza al fianco di Fred Wesley per circa quattordici anni, tanto che un approccio vagamente funk aleggia in tutto il lavoro. Un po’ poco per permetterci di esprimere un parere completamente favorevole su un disco in cui c’è un po’ di tutto ma nulla che valga davvero la pena di ascoltare con attenzione.

La sensazione è quella di avere a che fare con una musica confusa, in possesso di un vago gusto per la ricerca ma i cui intenti vagano senza direzione alcuna. Certo, ci sono dei momenti godibili, il fraseggio chitarristico in Into Night per esempio, oppure l’atmosfera di Soulstice. Niente di più. Il resto scorre senza lasciare la minima traccia. Peccato, perché i tre musicisti sanno suonare in maniera assai moderna.

Gaeta

[da Musica Jazz, febbraio 2018]


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Brian Charette (tast.), Gene Segal (chit.), Bruce Cox (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 2015-2016.