Dibble-Zambelli «Songs And Soundscapes»

3031

AUTORE

Dibble-Zambelli

TITOLO DEL DISCO

«Songs And Soundscapes»

ETICHETTA

33Xtreme


Terzo album per questo particolare duo, formato dall’inglese Dibble e dal varesino Zambelli, forti di un sodalizio artistico e umano iniziato nel 2002 alla Guildhall School of Music and Drama di Londra. Come già il titolo suggerisce, i due ricercano un delicato equilibrio tra strutture affini alla forma-canzone e rarefatti paesaggi sonori. I cinque episodi intitolati appunto Soundscapes spiccano per l’indagine timbrica, sostenuta anche dall’uso del delay, le rarefatte tessiture armoniche e la propensione per soluzioni al limite dell’informale, quasi a voler evocare il versante più sperimentale di Jimmy Giuffre. In tal senso, per spirito, approccio e linguaggio i cinque Soundscapes costituiscono i segmenti più rilevanti dell’intero lavoro sotto il profilo squisitamente jazzistico. Volendo vi si può aggiungere Monkified, frammento conclusivo della seduta, che da Monk eredita l’andamento asimmetrico del tema. Per contro, bozzetti come Varese, Can’t Move From Here e Folk (quest’ultimo costruito su un giro armonico accattivante) mettono in evidenza una componente melodica che si colloca in bilico tra tinte impressionistiche, songs e influenze popolari.
Dibble possiede una pronuncia nitida, di estrazione classica, e un fraseggio fluente e privo di asperità. Distante da modelli abusati, Zambelli fornisce sapienza armonica e misura timbrica.

Boddi

[da Musica Jazz, dicembre 2017]


DISTRIBUTORE

propria

FORMAZIONE

Matt Dibble (cl.), Fabio Zambelli (chit.).

DATA REGISTRAZIONE

Varese, prob. 2016.