Julius Rodriguez «Let Sound Tell All»

14307

AUTORE

Julius Rodriguez

TITOLO DEL DISCO

«Let Sound Tell All»

ETICHETTA

Verve


Possiamo dire di essere stati i primi, almeno qui in Italia, ad essersi accorti del talento di questo giovane pianista. «Orange» Julius, questo il suo nickname, ventitré anni, di origini haitiane, nato e cresciuto a New York è uno che si muove – come tutti quelli della sua generazione – in maniera tentacolare tra il jazz e l’hip-hop, collaborando con Keyon Harrold, Ben Williams, Carmen Lundy, con cantanti come Macy Gray e Jazzmeia Horn, ma anche con musicisti trasversali come Meshell Ndegeocello e Kassa Overall, che gli consentono di mettere a punto un linguaggio in cui il jazz e l’avanguardia si sposano con gli stilemi del rap e del R&B. Proprio per questo è diventato membro stabile dell’Onyx Collective del sassofonista Isaiah Barr, gruppo molto attivo dalle parti del Lower East Side e che collabora con alcuni membri del Wu Tang Clan, e ha accompagnato in tour il rapper di Harlem A$AP Rocky. Questo non è il suo esordio (ha inciso già due dischi per due etichette indipendenti) ma è il suo primo lavoro a essere sostenuto da una major. Ed è subito grande musica, con una superba versione di All I Do di Stevie Wonder cantata da Mariah Cameron (che non fa rimpiangere l’originale) e con una manciata di brani in cui libere improvvisazioni (Two-Way Street) si alternano a melodie accattivanti (Where Grace Abounds sottolineata dalla tromba di Giveton Gelin, Elegy (For Cam), In Heaven). Rodriguez è il nuovo cat a New York e questa, per il momento, è la novità dell’anno. Procuratevelo!
Gaeta

Pubblicata sul numero di luglio 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Giveton Gelin (tr., batt.), Morgan Guerin (alto, ten., b.el.), Julius Rodriguez (p., org., tast., batt.) Philip Norris, Ben Wolfe, Daryl Johns (cb.), Joe Saylor, Brian Richburg Jr., Jongkook Kim (batt.), Mariah Cameron, Vuyo Sotashe, Nick Hakim, Hailey Knox, Samara Joy (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, febbraio 2019.