THUMBSCREW «Multicolored Midnight»

14501

AUTORE

Thumbscrew

TITOLO DEL DISCO

«Multicolored Midnight»

ETICHETTA

Cuneiform


Seguendo schemi ormai abbastanza consueti – compresa la messa a punto durante un programma di residenza del network Cities Of Asylum – il trio leaderless si ripropone a breve distanza dalle due uscite più recenti («The Anthony Braxton Project» e «Never Is Enough»), a loro volta molto ravvicinate. L’album, tutto di composizioni originali, ha pure la valenza celebrativa dei dieci anni di collaborazione del trio. Ma un certo processo inflattivo che riguarda il numero dei dischi pubblicati e delle reciproche frequentazioni (i tre non interagiscono soltanto in questo gruppo), sembra in qualche modo ripercuotersi anche in certi passaggi della musica proposta, decisamente saturi e che confermano le medesime scelte di sempre (i grovigli policausali della chitarra, le architetture rese fitte dal lavorio incessante e cadenzato di Formanek e Fujiwara, talora l’energia pulsante), cedendo in qualche modo a un rischio di immanente formularità. In questo quadro, che conduce talvolta a un senso di stasi, alcuni pezzi sembrano faticare a superare stadiazioni compositive abbastanza embrionali e paiono soprattutto sostenuti da ritualità di gruppo, pure se efficaci. Decisamente più convincenti le parti in cui Fujiwara inietta variabili timbriche attraverso l’uso del vibrafono – cosa già fatta felicemente nel disco braxtoniano – o quando il passo di Formanek, sempre assertivo, si fa più spedito. Luci e ombre, insomma, in un disco che contiene del buono e talora dell’ottimo, qualità tuttavia da estrarre con una certa fatica, non raggiungendo con particolare facilità l’ascoltatore. Disco comunque di alto livello – stante il valore dei musicisti coinvolti, che abbiamo sempre seguito con grande attenzione, e il pregio assoluto della loro connessione telepatica – ma che rischia di rivolgersi quasi esclusivamente ai fan. E non è certo auspicabile che questa musica possa ridursi a una faccenda per iniziati.
Cerini

pubblicata sul numero di novembre 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Mary Halvorson (chit.), Michael Formanek (cb., elettr.), Tomas Fujiwara (batt., vib.).

DATA REGISTRAZIONE

Brooklyn, 2 e 3-9-21.