Paolo Angeli «Rade»

14449

AUTORE

Paolo Angeli

TITOLO DEL DISCO

«Rade»

ETICHETTA

AnMa


Forse mai come in questo suo ultimo lavoro Paolo Angeli aveva compenetrato in maniera così compiuta, matura, universo etnico e sperimentazione sonora, memoria atavica, ancestrale, e contemporaneità. Ce lo rivela immediatamente il brano d’avvio, Ottava, in particolare nell’uso, inequivocabile, della voce, laddove Azhar, che segue, attraversa terreni più neutrali, con la chitarra acustica ad accarezzare una cantabilità alquanto esplicita, in espansione dinamica, mentre l’uso dell’elettronica e delle tracce multiple segna lo svolgersi di Baklawa, con richiami rockeggianti in zona centrale e poi il ritorno del canto, prima più contemporaneo, poi calato nella memoria di cui sopra, sempre con un’emblematicità, un equilibrio, palpabili. Dopo il breve Pece, parte quello che s’intuisce come il lato B della versione in vinile (noi abbiamo sottomano il cd), con la chitarra chiara di Angeli, acustica ed elettrica, a tessere trame molto leggibili, e ancora il canto atavico nel finale, procedendo in questo bilanciamento, questa somma di input tracciata ora per sovrapposizione, ora per giustapposizione (e in fondo proprio per questo particolarmente riuscita) nei quattro brani che seguono (tra l’altro con un uso non insistito ma costante, come periodicità, dell’archetto), fino al bonus, Andira, sorta di mini-sinfonia che ingloba e compendia un po’ tutto quanto ascoltato finora. Non mancando di lanciare qualche nuovo spunto che certamente l’originalissimo chitarrista (e non solo) sardo saprà squadernare e illustrare nei prossimi lavori.
Bazzurro

Pubblicata sul numero di settembre 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Paolo Angeli (chit. sarda preparata, voc., elettr.).

DATA REGISTRAZIONE

Cagliari, 1 e 2-3-22.