Michel Portal «MP85»

13247

AUTORE

Michel Portal

TITOLO DEL DISCO

«MP85»

ETICHETTA

Label Bleu


Alla bellezza di ventitré anni dalla sua ultima incisione per la Label Bleu, «Docking», e al compimento dei suoi ottantacinque (lo scorso 27 novembre), Michel Portal torna in pista con questo notevole lavoro, che lo affianca a vecchie conoscenze e qualche più fresca frequentazione. Al di là dell’evento (che il titolo del cd suggella esplicitamente), come detto il disco è assolutamente degno della massima attenzione per la musica che contiene, un Portal DOC, anche con le inflessioni funky a cui si è rivelato sensibile già un bel po’ di tempo fa (e qui la presenza di Wogram ci gioca pure, senza dubbio), dedito quasi esclusivamente al clarinetto basso (il modello canonico compare unicamente in Desertown, mentre del sax soprano, pur indicato in copertina – e che quindi noi, ligi, abbiamo riportato – non ci pare di coglier traccia), lo strumento che, abbandonato il bandoneón, meglio sa trasferire quel sentimento dolente che la musica del grande musicista basco (e qui, in chiusura, c’è appunto un canto basco, Euskal Kantua) emana a piene mani. Insomma, le componenti per parlare di un album assolutamente degno del miglior Portal senza lasciarsi «traviare» dalle particolari circostanze ci sono tutte, con note particolari per il trittico iniziale (African Wind, Full Hal Moon, di Bojan Z, e Armenia), di una densità, una vitalità, che definiremmo a scendere e certo non avari di quella danzabilità, più o meno esplicita e più o meno intestina, che è un altro cardine della poetica portaliana, e poi Mino-Miro e Split the Difference (di Wogram, con otto temi su dieci targati Portal), nuovamente mossi, vivi, e ancora i citati Desertown, più docile, insinuante, ed Euskal Kantua, aperto dal contrabbasso di Bruno Chevillon e poi con una soffice pellicola elettronica ad avvolgere il canto lieve, doloroso, del clarone. L’augurio è che il vulcanico, geniale musicista francese ci regali ancora tanta musica di questo livello.
Bazzurro

Pubblicata sul numero di giugno 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

maisondelaculture-amiens.com

FORMAZIONE

Nils Wogram (trne), Michel Portal (cl., cl. b., sop.), Bojan Z (p., tast.), Bruno Chevillon (cb.), Lander Gyselinck (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Amiens, dal 26 al 29-6-20.