Martin Wind «White Noise»

12734

AUTORE

Martin Wind

TITOLO DEL DISCO

«White Noise»

ETICHETTA

Laika


Con i suoi 52 anni, Martin Wind si può considerare il ragazzino del gruppo. Il bassista tedesco, infatti, ha formato per «White Noise» un trio nel quale, al momento della registrazione, il chitarrista aveva da poco festeggiato i 77 anni mentre il flicornista era vicinissimo – reggetevi forte – ai novanta. «In un mondo dove il silenzio sta diventando sempre più un lusso», dichiara Wind, «ho voluto creare con «White Noise» un piccolo polo acustico contrario: una sorta di oasi sonora nella quale il pubblico può rilassarsi e godere la musica fino alla sua massima espressione». È probabile che la scelta di due maestri  «stagionati», dunque abituati a ritmi di vita più dilatati, sia stata decisiva per ottenere quel «rumore bianco» di cui parla il titolo e che fa da barriera ai suoni disturbanti della realtà urbana. Qui tutto è, in effetti, tranquillità, bisbigli, sottigliezze e una disposizione affettuosa nei confronti degli ascoltatori: come un caminetto acceso. Van Rooyen non è sempre preciso ma ha poesia e senso della melodia da vendere, mentre Catherine unisce una notevole dose di sensibilità a una perfetta conoscenza dei mezzi espressivo-sonori offerti dallo strumento elettrico. Quanto al leader, è un bassista profondo dal timbro pieno, con competenze anche nell’uso dell’arco. Suoi sono tre brani originali, immersi in una scaletta che comprende Cole Porter, Jimmy Van Heusen, Kenny Wheeler, Jule Styne. C’è anche una composizione di Van Rooyen, Autumn Bugle, una ballad quieta, ammiccante e dallo swing impalpabile, nella quale il flicornista regala non poche emozioni.
Piacentino

Pubblicata sul numero di febbraio 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

laika-records.com

FORMAZIONE

Ack Van Rooyen (flic.), Philip Catherine (chit.), Martin Wind (cb.).

DATA REGISTRAZIONE

Mechelen, 13-11-19.