Kenny Garrett «Sounds From The Ancestors»

13682

AUTORE

Kenny Garrett

TITOLO DEL DISCO

«Sounds From The Ancestors»

ETICHETTA

Mack Avenue


Nel suo precedente album, «Do Your Dance» del 2016, il sassofonista ci era parso segnare il passo – al di là di un malcelato esibizionismo strumentale – ricorrendo fin troppo spesso a una manieristica rivisitazione del suo stile, da sempre fortemente legato all’espressività di alcuni giganti come Coltrane o Pharoah Sanders. Ma con «Sounds From The Ancestors», a nostro avviso, Garrett si riscatta tornando a immettere nel suo modo di suonare una vivacità e un’energia che aveva oltremodo diluito nell’improbabile tentativo di piacere a tutti. È un suono potente, il suo, e lo è sempre stato; qui, però, trova la quadratura del cerchio perdendosi allegramente in un intreccio ritmico e percussivo che riporta all’Africa Nera (il titolo non è casuale) e regalandoci momenti di autentica godibilità (For Art’s Sake, When The Days Were Different, Hargrove con una esplicita citazione di A Love Supreme) mentre è con la title track, irrobustita dalle congas di Pedrito Martínez e dalla voce di Dwight Trible, che il Nostro riprende quella «necessary blackness» che negli ultimi tempi sembrava avere smarrito. Non resta che dichiararsi soddisfatti di questo ritorno agli antichi splendori.
Gaeta

Pubblicata sul numero di settembre 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

mackavenue.com

FORMAZIONE

Maurice Brown (tr.), Kenny Garrett (alto, p., p. el., voc.), Vernell Brown Jr. (p.), Johnny Mercier (p., org., tast.), Corcoran Holt (cb.), Ronald Bruner (batt.), Rudy Bird, Lenny White (perc.), Dreiser Durruthy, Pedrito Martinez (voc., perc.), Jean Baylor, Linny Smith, Chris Ashley Anthony, Sheherazade Holman, Dwight Trible (voc.) .

DATA REGISTRAZIONE

Montclair, 2021.