Francesco Cafiso «Irene Of Boston»

12987

AUTORE

Francesco Cafiso

TITOLO DEL DISCO

«Irene Of Boston»

ETICHETTA

E Flat


Si era confrontato col jazz di New Orleans Francesco Cafiso in «We Play for Tips», il cd uscito un paio d’anni fa. E, per l’occasione, aveva messo in campo un nonetto caratterizzato da un bel gusto per la polifonia. Invece col nuovo progetto, ambizioso quanto se non più del precedente, il sassofonista cambia rotta. Ed è proprio il caso di dirlo, visto che «Irene Of Boston» – titolo del lavoro – è anche il nome di un leggendario veliero britannico: un’imbarcazione dei primi del Novecento che, dopo quasi un secolo di navigazione tra mari e Oceani, è approdata nel porto di Pozzallo, in Sicilia, rimanendo a lungo nient’altro che un relitto. Partendo da questa suggestione e coinvolto – insieme a un manipolo di artisti – dallo scrittore Marco Steiner, il jazzista si è inventato un appuntamento impossibile tra la nave e Corto Maltese, il famoso personaggio del fumettista Hugo Pratt. Ne è nato questo album dove al supergruppo di Cafiso – in cui spiccano improvvisatori di fama internazionale, dal batterista Marcus Gilmore all’ex Weather Report Alex Acuña – si affianca la London Symphony Orchestra. E gli arrangiamenti, firmati dal leader e da Mauro Schiavone, oscillano tra la Third Stream, il Joe Lovano sinfonico (dischi come «Streams of Expression» e «Rush Hour», non a caso nati dalla collaborazione con Gunther Schuller) e certe colonne sonore hollywoodiane. Mentre qua e là si materializza l’ombra cinese dell’Ornette Coleman di «Skies of America». Segno che oggi, superati i trent’anni, il contraltista ha voglia di scrollarsi di dosso l’etichetta di «clone» di Jackie McLean e Charlie Parker, per cui mette in campo la propria voglia di sperimentare. Forse non tutto è perfetto. E i passaggi più riusciti sono quelli nei quali i solisti dialogano alla pari con l’orchestra (Far Flow o S’Irendipity). Ma quest’album così onirico – da «vedere» e non solo da ascoltare – è coraggioso, mai banale e meritevole di attenzione.
Franchi

Pubblicata sul numero di febbraio 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Francesco Cafiso (alto), Mauro Schiavone (p.), Eric Wheeler (cb.), Marcus Gilmore (batt.), Alex Acuña (perc.), London Symphony Orchestra, Lee Reynolds (dir.).

DATA REGISTRAZIONE

Londra e Fara Sabina, 8-12-2019 e 24/25-2-2020.