Enrico Rava Sextet «Edizione Speciale – In Concert»

14033

AUTORE

Enrico Rava Sextet

TITOLO DEL DISCO

«Edizione Speciale – In Concert»

ETICHETTA

ECM


Una serata speciale, in un contesto speciale e con un gruppo che si chiama Edizione Speciale… Occhio alle date: il nuovo album di Enrico Rava – un live al Jazz Middelheim, festival belga che si tiene ad Anversa dove il trombettista e specialista di flicorno triestino ha suonato in più di un’occasione – è stato registrato la sera prima del suo ottantesimo compleanno. E, non a caso, è una sorta di autobiografia artistica, summa e sintesi dei suoi amori e umori musicali. Fin dall’iniziale Infant, tributo al free storico di Ornette Coleman e di Don Cherry, si capisce che il concerto sarà pieno di slancio e fuoco. E, dopo l’esposizione del tema al flicorno da parte del leader, l’entrata della chitarra acida di Diodati conferisce al brano una dimensioni lisergica, aprendo spazi nuovi e imprevedibili. I vecchi e i giovani, avrebbe detto Pirandello. Ed è proprio questa una delle chiavi del lavoro: temi cantabili e idee melodiche che i compagni d’avventura del maestro e mentore sfruttano come trampolini di lancio per le loro improvvisazioni libere. Così Once Upon A Summertime di Legrand è un omaggio a Miles Davis che confluisce poi in un altro classico di Rava: Theme For Jessica Tatum, con il pianoforte di Guidi a fare da traghettatore. Grazie al suo travolgente incedere funky, invece, The Fearless Five è un flashback che ci riporta come per incanto alla fine degli anni Settanta e al quartetto franco-americano di Enrico, quello con Roswell Rudd, Jean François Jenny-Clark e Aldo Romano: anche qui chapeau per l’assolo di Guidi e per il lavoro della ritmica Evangelista-Morello. Non accompagnati, la tromba e il sassofono tenore (un Bearzatti misuratissimo) dialogano in Le solite cose: due minuti incantevoli, tra camerismo e West Coast. Il viaggio si conclude con Quizás, quizás, quizás. E qui Rava si lascia andare ritrovando la propria anima latina e rievocando, ma con lo spirito di oggi, gli anni di Buenos Aires e la nostalgia per l’Argentina. Un disco umano, troppo umano. Non levigato e «perfettino» e, proprio per questo, autenticamente e ostinatamente jazz.
Franchi

Pubblicata sul numero di ottobre 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Enrico Rava (fl.), Francesco Bearzatti (ten.), Francesco Diodati (chit.), Giovanni Guidi (p.), Gabriele Evangelista (cb.), Enrico Morello (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Anversa, 19-8-2019.