Claudio Fasoli «Next»

13888

AUTORE

Claudio Fasoli

TITOLO DEL DISCO

«Next»

ETICHETTA

Abeat


C’è sempre un seguito, nel mondo artistico di Claudio Fasoli, un «dopo» che impedisce la stasi e che tuttavia è un tutt’uno con il presente e in perfetta linea con il passato, in un flusso ideativo e creativo coerente e teso, tanto quanto sa essere lucido, da sempre. Sicché ecco qui un quartetto nuovo di zecca, che va a recuperare una dimensione elettroacustica già praticata nel Four di qualche tempo fa, ma che, grazie alla presenza di compagni di viaggio anch’essi nuovi, assume un sapore diverso, talora più arrembante, talaltra stemperato in delle ampie isole di quiete. Si alternano così scorribande virate al rock (di Massaron), supportate dalle angolosità tonanti di Grasso, rese entrambe possibili anche grazie al sapiente ancoraggio garantito da Mangialajo Rantzer – flessibile ed elastico, ma insieme robusto e terragno –, con lucidi quadri che riportano alla mente un mood decisamente «europeo» e rarefatto (soprattutto nella seconda metà della scaletta). Il leader, dal canto suo, è sempre portatore di un lessico essenziale e raffinato, che sa garantire forma – grazie al dono di un’abilità compositiva scevra di spettacolarizzazioni inutili o di sfoggi di puro stile – e intensità, giocando abilmente con le dinamiche, i colori, l’alternanza dei silenzi e dei tratti di pieno. Il risultato finale è di estrema freschezza, pur conservando una sorta di eleganza senza tempo, che è un po’ la cifra più caratteristica di Fasoli, insieme alla costante apparenza di una lineare «semplicità», che esprime in realtà grande capacità di gestire la ricchezza di idee. Ennesimo disco da conservare, da un quartetto di estremo interesse che speriamo di poter ascoltare presto dal vivo.
Cerini

Pubblicata sul numero di novembre 2021 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Claudio Fasoli (sop., ten.), Simone Massaron (chit.), Tito Mangialajo Rantzer (cb.), Stefano Grasso (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Cavalicco, 17-19 maggio 2021.