Alex Bayer «Radar»

14389

AUTORE

Alex Bayer

TITOLO DEL DISCO

«Radar»

ETICHETTA

Mono-Ton


Un bel colore nitido, di ascendenza in qualche misura cameristica, contraddistingue questo album del bassista tedesco Alex Bayer. A determinarlo è in primo luogo la presenza del vibrafono, nel suo abbinarsi al pianoforte così come – soprattutto – al clarinetto, in un incedere fluido e mosso, scevro da ogni intellettualismo così come da rilassamenti di sorta. Il clima si fa a tratti più nervoso (per esempio in Radar #4), spezzettato, o per altri versi corporeo, abbracciando qua e là ruvidezze prossime al free, allorché Schmid abbandona il clarinetto per passare al sax tenore (che ha altrove sonorità più diafane, controllate), cosa che avviene con maggiore frequenza col procedere dei brani. Ovunque la musica scorre lineare, priva di orpelli, leggibile ma non per questo ovvia o superficiale, dando anzi sempre l’impressione di seguire una direttrice ben precisa (tutti di Bayer gli otto temi in scaletta, uno per solo contrabbasso), entro un’estetica di gruppo perfettamente coglibile nella sua sostanza, così come certa sua geometricità, con un’ottima messa a punto nell’uso degli spazi e degli impasti timbrici, con le varie voci ad incastrarsi in maniera sempre conseguente e la tendenza a un incedere compatto, chiaro, esteticamente molto coerente e conchiuso. Un disco di sicuro pregio, insomma, persino rassicurante (nell’accezione migliore del termine).
Bazzurro

Pubblicata sul numero di settembre 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

mono-ton-eu

FORMAZIONE

Stefan Karl Schmid (cl., ten.), Roland Neffe (vib.), Peter Fulda (p.), Alex Bayer (cb.), Jim Black (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Monaco, ottobre 2021.