ParmaJazz Frontiere 2016

176

Torna a suonare il suo jazz di confine ParmaJazz Frontiere Festival: a partire dal 6 novembre, per un mese, ParmaFrontiere firma la ventunesima edizione di questo Festival ideato da Roberto Bonati, artista e direttore artistico visionario, che propone con costanza da anni quei progetti artistici che parlano il linguaggio del jazz, uscendo dagli standard per sondare le frontiere della nuova musica e giocando sempre in un perfetto equilibrio fra ospitalità e nuove produzioni, fra artisti di fama internazionale e giovani proposte. Fra i nomi di questa edizione: Dominque Pifarély, Sidsel Endresen e Stian Westerhus, Anja Lechner.

Si inaugura il 6 novembre, dunque, con un concerto del Dominique Pifarély Quartet, progetto Ecm del violinista francese, artista classico per formazione e jazzista per avventura.

Torna, dal 9 all’11 novembre, il progetto che vede incontrarsi gli studenti di 4 Accademie del jazz internazionali per approdare sul palco della Casa della Musica in un grande concerto l’11 novembre: le accademie coinvolte sono quella di Göteborg, Stavanger, Oslo e il Conservatorio di Parma.

Doppio appuntamento il 12 novembre: in prima serata un incontro con Stefano Zenni che, con la presentazione del suo libro Che razza di musica si occuperà di Blues, jazz, soul e le trappole di colore. Introduce l’incontro Alessandro Rigolli. A seguire un concerto di Roberto Dani, batteria e percussioni.

Il 18 novembre sarà la volta di Stian Westerhus con Sidsel Endresen, voce e chitarra: la migliore, più coraggiosa ma anche più emozionante ricerca made in Norvegia porta le sue note e i suoi suoni per una serata di nuove scoperte musicali.

Torna inoltre al Teatro Regio di Parma – in collaborazione con Regio Young – l’appuntamento con le grandi colonne sonore dei cartoni animati rilette in chiave jazz: il 19 novembre, infatti, in programma doppio concerto per Cartoons, un progetto che vuole portare i bambini ad ascoltare la musica dal vivo e che lo fa, per il secondo anno consecutivo, nel modo più simpatico possibile. Anja Lechner e il suo violoncello incanteranno il pubblico di Palazzo Sanvitale il 20 novembre nel tradizionale appuntamento con Una Stanza per Caterina.

Fra gli ospiti del Festival il 25 novembre ci sarà anche il vincitore della seconda edizione del Premio Giorgio Gaslini, Luca Perciballi, chitarrista e compositore formatosi al Conservatorio Arrigo Boito di Parma. A seguire la Chironomic Orchestra impegnata in una conduction di Roberto Bonati.

Il 26 novembre Francesco Martinelli presenterà il volume Conversazioni con Steve Lacy, ovvero l’edizione italiana di Conversation with Steve Lacy di Jason Weiss. L’incontro sarà nuovamente condotto da Alessandro Rigolli. A seguire il concerto di Giancarlo Nino Locatelli, clarinetti. Ultimo appuntamento del festival il 27 novembre con il concerto di chiusura del tradizionale workshop con gli allievi del Liceo Musicale Bertolucci, quest’anno condotto da Marco Remondini.

Info e prenotazioni: www.parmafrontiere.it; 0521.238158