MEI 2023, Meeting delle Etichette Indipendenti

Tre giorni di concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi e palchi faentini, legati tra loro dal tema della ripartenza del settore musicale sul territorio, grazie anche alla speciale iniziativa messa in atto dal MEI. L'edizione 2023 del MEI, infatti, celebrerà la resilienza del popolo romagnolo e la loro determinazione nel superare le avversità.

316

DA DOMANI FINO A DOMENICA 8 OTTOBRE

a Faenza (Ravenna) la nuova edizione del MEI

Tre giorni di concerti nelle principali piazze della città

 

DOMANI IN PIAZZA DEL POPOLO A FAENZA

ROBERTA CAPPELLETTI, EMISURELA, NICOLÒ QUERCIA, LA STORIA DI ROMAGNA, GLI ALLUVIONATI DEL LISCIO,
L’ORCHESTRINA DI MOLTO AGEVOLE


OMAGGIO AL CANTAUTORE FAENTINO RODOLFO SANTANDREA

Da domani, venerdì 6 ottobre, fino a domenica 8 ottobre nelle piazze centrali di Faenza (Ravenna) si terrà la nuova edizione del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi. L’edizione 2023 è dedicata a Giovanbattista Cutolo, il musicista ucciso a Napoli.

«Questa edizione speciale di “StraMEI” afferma Giordano Sangiorgi – ha l’obiettivo di valorizzare e proseguire tutte quelle azioni realizzate tra musica e solidarietà nel post alluvione, inoltre è un segnale di ripartenza per il territorio. Il MEI non è un semplice festival ma è anche mostre, incontri, convegni, corsi, formazione e tanto altro ancora, un unicum nel panorama nazionale, attento a portare un forte ritorno culturale e musicale, ma anche economico e turistico al territorio».

Tre giorni di concerti, forum, convegni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi e palchi faentini per dare un forte segnale di ripresa e di ripartenza del territorio. L’obiettivo principale è valorizzare gli artisti e la cultura locale. Per l’occasione venerdì parlerà il Sindaco di Casola Valsenio, Giorgio Sagrini.

«Ringrazio Giordano Sangiorgi e il MEI per l’importante lavoro svolto a favore del territorio faentino dopo l’alluvione – dichiara il Vice Sindaco di Faenza Andrea Fabbri –  Questo dimostra quanto il MEI sia importante nel promuovere il centro storico di Faenza attraverso la musica e la cultura».

Di seguito il programma completo:

Domani, venerdì 6 ottobre, in Piazza del Popolo a Faenza alle ore 19.00 ci sarà l’apertura dell’edizione 2023 del MEI con il Premio Arte Tamburini, giunto alla quinta edizione. Il premio sarà assegnato quest’anno a Roberta Cappelletti, con la sua orchestra, per i suoi 30 anni di carriera e al duo al femminile delle Emisurela, giovane formazione di liscio faentino formato dalle sorelle Anna e Angela De Leo. Nel corso della serata si terrà un appello per dedicare una via alla celebre cantante faentina Arte Tamburini, la prima donna a registrare “Romagna Mia” su disco nel 1954, un brano immortale del Maestro Secondo Casadei. Durante la serata, verrà premiato il giovane Nicolò Quercia, vincitore del premio Il Liscio nella Rete promosso dal MEI per aver portato la Filuzzi tra i giovani. Si esibiranno anche gruppi musicali tradizionali, come La Storia di Romagna e gli Alluvionati del Liscio, la Banda del Passatore di Brisighella e il Team Dance Borgo dei Ballerini di Faenza coordinati da Davide Servadei. La serata si concluderà con l’Orchestrina di Molto Agevole guidata dal Maestro Enrico Gabrielli, un ensemble unico, composto da musicisti di varie origini, che eseguono brani di autori famosi del liscio e della musica da ballo del XX secolo. Il loro primo album si intitola “Agevolissima” e si concentra sulla poesia e sulle radici rurali del liscio, puntando sulla bellezza semplice della musica tradizionale. Dalle 22.00 al Piccadilly Club (Via Cavour, 11, Faenza) ci sarà la presentazione di “Un sentito omaggio a Rodolfo Santandrea, un album pubblicato da Snowdonia dischi contenente 11 cover dei brani di Rodolfo Santandrea, per omaggiare i 40 anni del suo pezzo “La Fenice”, scritto con Riccardo Cocciante e vincitore del premio della critica al Festival di Sanremo 1984. Ad esibirsi durante la serata Maisie, Ossi, Riccardo Lolli e Claudio Milano aka NichelOdeon. La giornata si concluderà con un party al Piccadilly Club.

 

Sabato 7 ottobre alle ore 16.30 Elisa ritirerà il Premio alla Carriera nel prestigioso Salone dell’Arengo (Piazza Martiri della Libertà, 1, Faenza); per l’occasione ci sarà un talk tra l’artista e il giornalista Riccardo De Stefano, in cui si ripercorreranno i momenti salienti della carriera della cantante. Alle 17.30 in Piazza del Popolo avverrà la presentazione del libro Faenza, tieni botta! – racconti, poesie e pensieri sull’alluvione del maggio 2023(edizioni Tempo al Libro, a cura di Mauro Gurioli). Si tratta di un volume collettivo che vede la partecipazione di ben 49 autori, il ricavato delle vendite verrà devoluto all’istituzione faentina. Alle ore 18.00 Elisa e Dolcenera parteciperanno a Musica per non dimenticare, una visita presso le zone più colpite dall’alluvione a Faenza dove per l’occasione si esibiranno in contemporanea alcuni artisti busker del territorio, tra Via Lapi, Piazza Ferniani, Via Calamelli e il Borgo per tenere viva l’attenzione sulle zone alluvionate di Faenza affinchè tornino presto alla normalità. Tra gli artisti presenti: Merysse, Disagio, Bubba’s Brigada, Gloria Galassi & Dirlinger, Tommaso Varisco e Simone Bonetti, Fabrizio Cimiati, Alvio Focaccia & C, Whimistical Bees. Sempre dalle ore 18.00 sul Palco Centrale del MEI in Piazza del Popolo a Faenza si esibiranno i Savana Funk vincitori del Premio Migliori Artisti Emergenti, i Nobraino che ritireranno il Premio alla Carriera, Lucio Corsi vincitore della Targa MEI Migliore Artista Indipendente dell’annoDolcenera che riceverà il premio Onda Rosa Indipendente per i 20 anni di carriera, Statuto e Gang che ritireranno il Premio per i 40 anni di carriera, Omar Pedrini, Etta, Lorenzo LeporeLa NoceBerardi, Altrove, Analogic, Hernandez & Sampedro. Inoltre anche per l’edizione del 2023, dalle ore 15.00, ritornerà il Palco Giovani in Piazza della Libertà di fronte al Duomo, con l’apertura degli Artistation Big Band della scuola di musica Artistation e con i Jam Republic. A seguire il concerto di Auroro Borealo. Tra i nomi che saliranno sul palco: Cenere, Nur, Amanda, Peregrin Blasting Weed, Minimal, Duochiari, Seb, Amanda Vitale, Narciso, Milena Mingotti, Casaluce e altri ancora. Alle ore 18.00 presso il cinema Sarti di Faenza (Via Scaletta, 10) ci sarà la proiezione del documentario Cocoricò Tapes di Francesco Tavella, ospiti in sala il regista e il dj e producer Cristian Camporesi dei SENSORIA, il gruppo riceverà la Targa MEI alla Carriera. Si prosegue con la premiazione del concorso PIVI 2023 (Premio Italiano Videoclip Indipendente) con la proiezione del vincitore a cura di Fabrizio Galassi.  La seconda giornata si conclude con il party Zero presso il complesso Ex Salesiani (Via S. Giovanni Bosco, 1, Faenza) e la festa presso Spider (Via Renaccio, 1/9, Faenza).

 

Domenica 8 ottobre alle ore 16.00 presso Palazzo Milzetti (Via Giulio Cesare Tonducci, 15, Faenza) ci sarà il concerto del pianista Giovanni Bertoni che riceverà il Premio Solidarietà per il suo impegno sociale e di volontariato presso l’ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì e della pianista Veronica Rudian, che per l’occasione suonerà alcuni dei brani del suo ultimo album “Il Viaggio”. La musicista ha partecipato alla raccolta fondi per sostenere le realtà musicali colpite dall’alluvione, attraverso il suo concerto a Bordighera (Imperia). Dalle ore 15.00 in Piazza della Libertà verrà allestito il Palco Giovani dove si esibiranno: Bambole di pezza, Manicas, Emanuele Conte, The Pillheads, Roberta Scandurra, Fratelli & Margherita, Bob Balera, Nept, Emanuele Tedaldi, Donatella Gregorio, Themorbelli, Maz Vilander & Makadam Zena, Nitidi, Red SAX, e altri ancora.
In Piazza del Popolo a Faenza dalle ore 19.00 il concerto di Manuel Agnelli, che riceverà il Premio STRAMEI.

Il 7 e 8 ottobre a Faenza, dalle ore 10.00, sarà possibile accedere alla Fiera del Disco presso il Palazzo del Podestà (Piazza del Popolo, 6, Faenza). Il 7 ottobre alle ore 11.30 ci sarà la presentazione del libroB-side, l’altro lato delle stagionidi Doriana Tozzi. Alle ore 12.00 la presentazione diBit Generation”, concept album del cantautore Lello Savonardo, modera il produttore e giornalista Renato Marengo. Alle ore 15.00 è la volta dell’incontro con STATUTO e GANG che riceveranno il Premio alla Carriera MEI in collaborazione con Figucon, a cura di Federico Guglielmi. Alle ore 17.30 firmacopie con Maurizio Solieri che presenta il libro “Questa sera rock ‘n’ roll” e il suo disco “Resurrection”. Alle ore 19.00 la band Super Stereo, formata da Fabio Mora, Andrea Fornili, Gigi Cavalli Cocchi ed Elisa Minari presenta il suo 45 giri in tiratura limitata.

L’8 ottobre alle ore 11.30, presso la Fiera del Disco, sarà possibile partecipare alla presentazione del libro “Almeno tu nel metaverso” di Silvia Bertelli e Luana Caraffa (edizioni Vololibero), modera Giordano Sangiorgi. Alle ore 12.00 Fiorenza Gherardi De Candei presenta il libro “Fatti e misfatti dell’industria musicale italiana” di Alceste Ayroldi (Arcana Edizioni). Alle ore 15.30 Auroro Borealo presenterà “Orrore a 33 giri Live”, la storia della musica italiana attraverso filmati, spezzoni televisivi e perle musicali. Alle ore 17.00 firmacopie con Cristian “Cicci” Bagnoli che presenta il suo nuovo disco “Out”. Alle ore 18.00 ci sarà la presentazione del cd “Sarò Franco – canzoni inedite di Califano”, 12 brani interpretati da grandi nomi della musica italiana.

In programma il 7 e 8 ottobre il “Forum del giornalismo musicale” diretto da Enrico Deregibus, un evento annuale all’interno del MEI che riunisce giornalisti e critici musicali.

Il programma del 7 ottobre prevede alle ore 15.00 l’Assemblea dell’AGIMP (Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari). Alle ore 16.15 ci sarà un dibattito su “La radio racconta ancora la musica?” con Carlo Pahler (presidente di Raduni) e Noemi Serracini (autrice e conduttrice Rai Radio2). Alle ore 17.00 ci sarà la presentazione del libro “Musica di carta – 50 anni di riviste musicali in Italia” di Maurizio Inchingoli (Arcana), con l’autore e con Federico Guglielmi. Alle ore 17.30 avverrà l’assegnazione del Premio Michele Manzotti, dedicato a giornalisti e critici musicali. Alle ore 17.45 sarà il momento della consegna della Targa Mei Musicletter per l’informazione musicale sul web, con premi a siti web, blog e podcast, a cura di Luca D’Ambrosio. Infine alle ore 18.30 si conclude con il convegno “Giornalismo musicale, quali frontiere per la formazione?” a cura dell’AGIMP, con Silvestro Ramunno e Vincenzo Cimino.

Il programma dell’8 ottobre prevede dalle 9.30 alle 13.30 il seminario “Donne e musica. L’universo femminile nelle canzoni e nell’industria musicale tra difficoltà, stereotipi e affermazione” con Serena Bersani e Roberta Balzotti, Laura Gramuglia e Susanna La Polla che affronteranno temi come l’hate speech contro le cantanti, gli stereotipi di genere nelle canzoni e nel giornalismo, la disparità di genere nel settore musicale e la storia dell’album intitolato “Donnacirco”. Il seminario è accreditato come “formazione professionale continua” per i giornalisti iscritti all’ordine dei giornalisti, ma è aperto anche agli uditori non iscritti. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Il Piccolo, edizione faentina del settimanale Corriere Cesenate e l’Associazione Rumore di Fondo. Nel corso degli anni, il Forum ha coinvolto centinaia di giornalisti, dalle grandi testate alle webzine, offrendo occasioni di discussione, formazione e networking nel campo del giornalismo musicale.

Ritorna inoltre la MEI ACADEMY 2023, due giorni di masterclass, corsi, approfondimenti per artisti indipendenti (Salone dell’Arengo – Palazzo Podestà). Alla fine delle due giornate sarà possibile ricevere un attestato di partecipazione.

La giornata del 7 ottobre inizia alle ore 9.30 con la presentazione dei corsi a cura di Giordano Sangiorgi. Alle ore 10.00 ci sarà l’incontro “Rapporto tra informazione musicale e l’industria musicale” a cura di Luca D’Ambrosio (fondatore Musicletter.it) e Alex Pierro (presidente AGIMP). Alle ore 11.00 “Le produzioni discografiche attuali” a cura di Max Monti (dj e producer) e Massimiliano Giorgetti (producer ed engineer). Alle ore 14.00 si riprende con la lezione “Artisti e diritti connessi: “quale futuro per tali diritti e riconoscimenti all’interno del nuovo percorso del codice dello spettacolo dal vivo” tenuta da Nuovo Imaie, alle ore 15.00 ci sarà la lezione “Diritto d’autore e SIAE oggi”, a cura di Claudio Carboni (componente CDA di SIAE) e Claudia Barcellona (avvocato, direttivo AudioCoop). Alle ore 16.00 sarà la volta di “Lavoratore dello spettacolo: da emergente ad emerso – Diritti e doveri del lavoratore dello spettacolo”, a cura di Giuliano Biasin (amministratore di Esibirsi SOC. COOP.). L’ultimo incontro alle ore 17.00 prevede la lezione “I soggetti e ruoli nell’industria musicale”, a cura di Massimiliano Lambertini (direttore artistico di ALKA RECORD LABEL e di (R)ESISTO Distribuzione, presidente di Massaga Produzioni).

Domenica 8 ottobre inizio alle 10.30 con la masterclass “2023: i sopravvissuti – analisi del presidente discografico a cura di Riccardo De Stefano (giornalista, critico musicale e direttore di Exitwell). Dalle ore 10.30 alle 12.30 ci sarà “E facciamolo! Laboratorio contenuti musicali”, a cura di Fabrizio Galassi (consulente marketing settore spettacolo). Alle ore 14.00 “Audizioni: come presentarsi nel modo migliore”, a cura di Ruggero Ricci (cantautore e vocal coach). A seguire la lezione “Il pop oggi e la sua diffusione”, a cura di Marco Stanzani (amministratore di RED&BLUE SRL), e conclusione alle ore 16.00 con “La musica nel web, introduzione alla libertà finanziaria degli autori attraverso gli NFT”, a cura di Dario Balmas (Fortissimo NFT).

Tutti gli eventi del MEI sono ad ingresso gratuito. In caso di maltempo alcuni eventi si svolgeranno al Teatro Sarti di Faenza (Via Scaletta, 10) per info: mei@materialimusicali.it e 3494461825

L’edizione 2023 del MEI, infatti, celebrerà la resilienza del popolo romagnolo e la loro determinazione nel superare le avversità.

È nata così l’iniziativa STRA-MEI, una raccolta fondi che mira a sostenere le realtà musicali colpite dall’alluvione che ha recentemente colpito l’Emilia-Romagna e che ha causato danni significativi alle comunità locali, distruggendo anche le scuole musicali e mettendo a rischio la scena artistica indipendente. I fondi raccolti saranno utilizzati per sostenere le band locali, gli studi di registrazione, le sale prove e altre realtà musicali danneggiate.

Di seguito l’IBAN per donare fino al 30 settembre: IT93 L085 4223 7000 0000 0073 571 (intestatario AudioCoop – causale DONAZIONE REALTÀ MUSICALI ALLUVIONATE MAGGIO 2023)

Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti è realizzato grazie al sostegno e al contributo del Comune di Faenza, l’Unione Romagna Faentina e della Regione Emilia.

I Partner del MEI: AFI – Associazione Fonografici Italiani, Meeting dell’Amicizia dei Popoli di Rimini, SIAE, Nuovo Imaie, Bcc Credito Cooperativo Ravennate Imolese e Forlivese, Avis di Faenza, Molino Naldoni, Voxyl, Com2 – Ente di Formazione, AudioCoop, AIA – Artisti Italiani Associati, Rete dei Festival, Esibirsi, Music Day e Classic Rock on Air, No Name Radio e Radio Bruno.

I Partner locali del MEI: la Banca di Credito Cooperativo (Bcc), Avis Faenza e il Molino Naldoni.

www.meiweb.it

www.facebook.com/MeetingDegliIndipendenti/

www.twitter.com/MEI_Meeting

www.instagram.com/mei_meeting/