Kaja Draksler Octet «Gledalec»

3018

AUTORE

Kaja Draksler Octet

TITOLO DEL DISCO

«Gledalec»

ETICHETTA

Clean Feed (2 cd)


Pablo Neruda, Gregor Strnisa (sloveno) e Andriana Minou (greca, residente a Londra): nella loro poesia si recludono i percorsi di sette dei dodici brani contenuti nei due dischi. Non li fa soffrire il regime della parola: vi si sottomettono, ma come strategia per esplorarne la potenzialità performativa e realizzarne promesse anche oscure, specie attraverso due voci gemelle d’ineffabile esilità. L’incedere innodico ornato di ricami vocali del motivo tardo-rinascimentale sloveno Mirabile Mysterium con cui s’inizia sospinge l’ascolto in campi vibrazionali rarefatti verso i quali Draksler, tornandovi ancora attraverso altre soglie nei brani successivi, manifesta una predilezione. È lambire un silenzio che, pur sapendo di un suo profondo culto ligetiano, non è quello demiurgico ma quello che invita, affabile. Poi, lasciato spesso nell’ombra il suo virtuosismo pianistico, altri talenti della musicista slovena – concettuali, compositivi e arrangiativi – sono riflessi come in specchi dalle sezioni in cui l’ottetto morbidamente si divide e si ricompone per dare forma a un arcipelago sapientemente sparpagliato di lavori diversificati nella struttura e nel contenuto psicologico.

Dalla Bona

[da Musica Jazz, dicembre 2017]


DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Björk Níelsdóttir, Laura Polence (voc.), Ada Rave (ten., cl.), Ab Baars (cl., ten., shakuhachi), George Dumitriu (viol., viola), Kaja Draksler (p., dir.), Lennart Heyndels (cb.), Onno Govaert (batt., perc., p).

DATA REGISTRAZIONE

Neerpelt, novembre 2016.