Gauden / Hanslip «And How The Who Can Think The What…»

3020

AUTORE

Gauden / Hanslip

TITOLO DEL DISCO

«And How The Who Can Think The What…»

ETICHETTA

FMR


Questo è il terzo album della coppia, il primo per la FMR. Il duo nasce come trio ingaggiato per un concerto, ma il terzo membro, un pianista, diede forfait. In realtà, l’unico precedente discografico in comune è «Hymns For Robots» del trio UNschooLED con il chitarrista Barry Edwards (Musica Jazz 12/16). In ogni caso, i due se la cavano benissimo anche da soli e confermano l’atteggiamento rigoroso ma non arcigno del succitato trio. Quaranta minuti di dialogo intenso, prediligendo i toni riflessivi, evocativi nell’iniziale Up In Smoke, che vede i tamburi di Gauden incitare e sostenere le ruminazioni del partner. Si cambia passo in Pheasants, la cui varietà percussiva irrobustisce parecchio il ritmo e le garrule sequenze di note rendono più ruvida la materia sonora. Anche la coppia successiva propone la medesima alternanza: una conversazione rarefatta, Jets, seguita dalla turgida e scattante 698. Il momento più radicale e anche tecnicamente impegnativo è Spring Board. Hanslip scarnifica il suono mentre Gauden sembra danzargli attorno con grande varietà ritmica. Spesso è quest’ultimo a sollecitare nuove intraprese, sin dall’inizio come nella colemaniana Enter The Muse, che offre al batterista di mostrare il meglio della propria abilità e agilità. Segue la trillante Blu e chiude il ritorno a Up In Smoke (Reprise), che assume definitivamente i tratti di un’evocazione tenebrosa.

Fucile

[da Musica Jazz, dicembre 2017]


DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Mark Hanslip (ten.), Ed Gauden (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Loc. e data scon.