Nes «Ahlam»

3557

AUTORE

Nes

TITOLO DEL DISCO

«Ahlam»

ETICHETTA

Act


Le musiche del Mediterraneo si incontrano, si amalgamano e si stropicciano sulla carta vellutata delle tonalità classiche (affidate ai violoncelli). La cantante e violoncellista franco-algerina Belmokh tiene in mano il bordone con sicura saldezza, declinando la romanza del mondo musicale arabo, quello più moderno, corroborata dalle percussioni, che profumano di flamenco, del valenciano Gadea e dai contrappunti e pedali del francese Saglio. Il brano eponimo è sicuramente il vessillo di un lavoro poliglotta (con anche l’uso alternato di arabo, francese e inglese) che abbraccia il Medioriente (Ahlam, in modo più marcato), così come rinverdisce le nostalgiche linee melodiche francesi (Priere). Nel mezzo, brillanti lampi di cantautorato indie con i violoncelli che indossano gli abiti della chitarra (You Made It Hard, The World Is Blue), o giocosi e rocciosi intermezzi da nouvelle vague francese (Laissez moi entrer); fino alle immagini soulful cariche di groove che fuoriesce dalla policroma vocalità della Belmokh (Happy Nes). I violoncelli e le percussioni sono sempre pronti a infarcire di improvvisazioni un album raffinato, senza limiti: fatto con il cuore e con tanto sapiente lavoro di ricerca.

Ayroldi


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Nesrine Belmokh (voc., cello), Matthieu Saglio (cello), David Gadea (perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Pernes les Fontaines, giugno 2017.