Wayne Horvitz Sweeter Than The Day al Torrione Jazz Club

di Francesco Spezia

187
"Sweeter Than The Day", il nuovo gruppo di Wayne Horvitz

Venerdì scorso il Torrione di Ferrara, uno dei jazz club più iconici del nostro Paese, ha ospitato la prima uscita ufficiale di una nuova formazione di Wayne Horvitz. Il gruppo, un quartetto, comprendeva tre dei migliori musicisti italiani della loro generazione, accomunati fra di loro dall’eterogeneità delle situazioni nella quali si ritrovano a suonare ma anche dalla vicinanza al mondo musicale del pianista e bandleader newyorkese: Francesco Bigoni al sax tenore e clarinetto, Danilo Gallo al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria. È proprio il batterista ferrarese d’adozione che ha reso possibile questo incontro musicale. Horvitz aveva già avuto modo di lavorare con questa sezione ritmica per la sua European Orchestra, anche se in quell’occasione si era esclusivamente dedicato alla direzione e agli arrangiamenti.

Wayne Horvitz al pianoforte

Questa volta invece Horvitz si è seduto al piano ed ha proposto un repertorio tratto principalmente dal disco “Forever”, uscito nel 2002 per Songlines recordings. I brani ascrivibili a quel periodo artistico (prevalentemente blues e ballads) sono contraddistinti da un andamento riflessivo e da temi cupi, un sottosuolo musicale nel quale tutti i sodali sembrano trovarsi pienamente a proprio agio. Dal punto di vista stilistico Horvitz ha proposto un pianismo asciutto, senza orpelli e mai sovrastante nei confronti dei partner. La musica non è mai deragliata verso situazioni informali, mentre grande attenzione è stata posta sulle melodie dei pezzi, capaci di ricreare un’atmosfera notturna molto suggestiva. Il concerto si è concluso con due brani nei quali è salita sul palco la cantante Robin Holcomb, moglie e compagna musicale di Horvitz da più di trent’anni, che nel suo intervento ha colpito per delicatezza e senso del tempo.

La cantante Robin Holcomb

Per i nostri musicisti si è trattata di una grande occasione, che arricchisce un già eccellente curriculum di collaborazioni internazionali. L’operazione non differisce molto da quella che portò alla luce l’ottimo “Midnight Lilacs” con ospiti Marc Ribot e Chris Speed circa una decina di anni fa (con Gallo e De Rossi in sezione ritmica). Al momento per questo gruppo è in programma solamente una data per il festival ‘Musiche Corsare’ organizzato a Bari nel mese di aprile, ma un tour per il prossimo anno è già in cantiere e ci auguriamo vivamente che possa avere luogo.

Foto di Francesco Spezia