TRA JAZZ E NUOVE MUSICHE: CONCERTI DELL’AUDITORIO

79

[youtube width=”590″ height=”360″ video_id=”uGSI8CuH1nQ”]

CONCERTI DELL’AUDITORIO 2015 “CABARET BERLIN” / STAGIONE “TRA JAZZ E NUOVE MUSICHE”

Lunedì 30 marzo 2015, ore 20.30 – Studio2 RSI, Lugano

Julia Hülsmann Quartett & Theo Bleckmann “Unsung Weill” 

Martedì 31 marzo 2015, ore 21.00 – Teatro Foce, Lugano

Marc Ribot y Los Cubanos Postizos

Accanto a quella prettamente classica, proseguono le stagioni concertistiche parallele – promosse dalla Rete Due della Radiotelevisione svizzera – tra jazz, nuove e altre musiche.

Due appuntamenti ravvicinati da non mancare caratterizzeranno la fine di marzo.

Lunedì 30, allo Studio 2 della Radio di Lugano Besso (ore 20.30), sarà di scena il quartetto della pianista tedesca Julia Hülsmann unitamente al cantante Theo Bleckmann con il progetto intitolato Unsung Weill. Ben evidente, sin dal titolo, è il riferimento al grande compositore Kurt Weill e quindi anche al tema caratterizzante l’intera stagione dei “Concerti dell’Auditorio”, Cabaret Berlin. Il linguaggio è quello del jazz, declinato però secondo una sapienza del tutto originale che fa apparire le celebri song di Weill – brani poco noti quali Little Tin God e Your Technique accanto a veri e propri evergreen come Speak low o Alabama song – nel loro valore prettamente musicale, anche al di là del mero significato testuale.

Merito soprattutto delle grandi doti di Theo Bleckmann, cantante ma anche rumorista vocale, e degli arrangiamenti concepiti da Julia Hülsmann, che in concerto proporrà anche brani di propria composizione, con un quartetto strumentale completato da Tom Arthurs alla tromba e flicorno, Marc Mühlbauer al contrabbasso e Heinrich Köbberling alla batteria.

Il giorno successivo – martedì 31 marzo – torna a Lugano il chitarrista nuovayorkese Marc Ribot con uno dei suoi progetti più riusciti, quello con la band dei Cubanos Postizos, di scena al Teatro Foce (ore 21.00) nel quadro della serie “Tra jazz e nuove musiche”.

Nato a Newark nel 1954, Ribot si è da tempo mostrato musicista stimolante e originale, collaborando dapprima con due personalità per molti versi antitetiche ma accomunate da un atteggiamento assai poco convenzionale quali Tom Waits e John Zorn, e dando successivamente vita a progetti propri dove è emersa una concezione estetica ben precisa che l’ha elevato ben oltre il rango di accompagnatore.

In concomitanza al riavvicinamento Cuba-USA, il nostro rispolvera i suoi “cubani posticci” e la rilettura ironica, sghemba e stralunata della grande tradizione musicale dell’isola che li caratterizza sin dalla fondazione, sul finire degli anni Novanta. Ribot sarà spalleggiato da Anthony Coleman all’organo, Brad Jones al basso, dal portoricano EJ Rodriguez alle percussioni e dall’unico vero cubano della band, l’eccellente batterista Horacio “El Negro” Hernandez.

I concerti, che saranno diffusi in diretta su Rete Due, sono sostenuti da Migros Ticino Percento Culturale (Ribot) e dal media partner Corriere del Ticino (Hülsmann), e organizzati in collaborazione con la Città di Lugano.

Prevendita presso i consueti punti di Biglietteria e online su www.biglietteria.ch (solo prezzo pieno). Unicamente per il concerto di Julia Hülsmann prevendita anche al numero telefonico + 41 (0)91 –803 95 49 o all’e-mail concertiauditorio@rsi.ch. Casse serali aperte dalle ore 19.00

Prezzi dei biglietti: interi fr. 25.—  / ridotti fr. 20.— e fr. 15.- (Club Rete Due).

Biglietti speciali per studenti e apprendisti (fr. 5.–) e per gli under -19 (gratuiti), ma solo alla cassa serale e secondo disponibilità.

Info: www.rsi.ch/concertiauditorio e www.rsi.ch/jazz

La Redazione