Tra Jazz e Nuove Musiche 2017: Fred Hersch Trio a Chiasso il 23 novembre

Prosegue la rassegna Tra Jazz e Nuove Musiche, con la direzione artistica di Paolo Keller, organizzata da RSI - Rete Svizzera Italiana con un nuovo importante appuntamento a Chiasso il 23 novembre.

235
Fered Hersch Trio

Importante appuntamento per la rassegna Tra jazz e nuove musiche – prodotta dalla Rete Due sin dalla fine degli anni Ottanta, che si terrà giovedì 23 novembre ore 21 presso il Cinema Teatro di Chiasso (via Dante Alighieri, 3b), in collaborazione con Centro Culturale Chiasso e che sarà trasmesso in diretta da Rete Due.
In scena Fred Hersch Trio:
Fred Hersch, pianoforte
John Hébert, contrabbasso
Eric McPherson, batteria
Tra i gruppi che meglio rappresentano l’attualità del classico trio pianoforte,
contrabbasso e batteria, quello del pianista americano Fred Hersch è indiscutibilmente
uno dei più celebrati, esempio mirabile di come si possa coniugare un saldo legame con
la tradizione proveniente da Bill Evans con gli sviluppi armonici e ritmici sviluppatisi,
nel corso degli ultimi decenni, proprio da quella radice. Del resto, Sunday Night At
The Vanguard, terza produzione discografica di un sodalizio, quello tra il leader, il
contrabbassista John Hébert e il batterista Eric McPherson, che vanta ormai un
lustro di vita e si esibisce in Ticino per la prima volta, è un album che ha riscosso
un considerevole successo di critica, terminando terzo nella classifica dei migliori
dischi dell’anno di Down Beat (con il trio votato in quarta posizione tra le formazioni)
e ricevendo due nomination ai Grammy Awards. La musica del gruppo è ricca di
sottigliezze, di sfumature armoniche, di variazioni ritmiche poste nel solco di un
jazz legato agli stili storici boppistici di cui però muta la forma e i colori in senso
contemporaneo. Un trio in cui il pianoforte occupa una posizione centrale, ma in
cui esiste quella forte interazione della tastiera con basso e batteria che permette
alla musica di circolare liberamente tra i tre strumenti. Una proposta che sintetizza
quindi un ampio percorso storico e si modella in primo luogo sulle qualità di Hersch,
pianista nato a Cincinnati nell’ottobre del 1955 e affermatosi proprio in quegli anni
ottanta nei quali, per la prima volta, si operava una riflessione e una sintesi sull’intera
storia del jazz. In lui il primario influsso di Bill Evans si unisce in maniera singolare alla
conoscenza di Herbie Hancock e del mondo classico, facendone un artista completo.
Didatta di grande levatura – che ha avuto tra i suoi allievi Melhdau e Iverson dei Bad
Plus – come sideman ha collaborato, tra i tanti, con Art Farmer, Stan Getz, Charlie
Haden, Bill Frisell.
Esponenti di rilievo della generazione dei quarantenni del jazz attuale, sia John Hébert
che Eric McPherson vantano carriere importanti che hanno visto entrambi al fianco
di artisti dalla concezione “aperta”: il primo con Paul Motian, Kenny Wheeler, John
Abercrombie, Paul Bley, Andrew Hill e il secondo, per quindici anni partner di Jackie
McLean, con Pharoah Sanders, Richard Davis, Avishai Cohen.(MF)

Cassa serale dalle ore 19.00:
Primi posti / ridotti CHF 30.– / 25.-
Secondi posti / ridotti CHF 25.– / 20.-
Prevendita alla cassa del Cinema Teatro Chiasso (ma-sa, ore 17.00/19.30)
T + 41 (0)91 695 09 16 oppure
cultura@chiasso.ch
nonché, soltanto a prezzo pieno, presso i punti vendita
autorizzati di Ticketcorner. Online su www.ticketcorner.ch
https://www.rsi.ch/cultura/musica/tra-jazz-e-nuove-musiche/