Soresina Jazz Fest 2019

La VII edizione del festival si terrà dal 3 al 5 maggio.

193

Giunti alla settima edizione il Soresina Jazz Fest si conferma un piccolo gioiello nel panorama degli eventi jazzistici del nord Italia che, nella sua misura, offre da sempre proposte musicali minuziosamente selezionate dall’associazione White Bird, promotrice dell’evento. Quest’anno a caratterizzare il festival sarà l’impronta della musica brasiliana interpretata nelle prime due serate da due dei maggiori ed autentici cultori del genere in Italia per chiudere in bellezza con una vera icona del Brasile, João Bosco unica data al momento del tour mondiale che lo vede impegnato. Non mancherà un presentazione di grande spessore di Monica Paes che ci accompagnerà nelle tre serate.
Venerdì 3 Maggio si apre col Riccardo Ruggieri brazilian quintet Il quintetto, nato dall’ incontro di musicisti italiani e brasiliani, il pianista Riccardo Ruggieri (ITA), il chitarrista Roberto Taufic (BR), il contrabbassista Alessandro Maiorino (ITA), il sassofonista Gledison Zabote (BR) e il batterista Darlan Marley (BR), propone un latin jazz fortemente caratterizzato dalle personalità e dalla storia musicale dei cinque musicisti che vantano importanti collaborazioni e prestigiose partecipazioni a festival internazionali. I cinque musicisti interpreteranno brani originali di Ruggieri e Taufic, di importanti compositori brasiliani come Antonio Carlos Jobim, ma anche composizioni «latine» di grandi musicisti jazz come Steve Swallow.
A seguire, sabato 4 Maggio sarà la volta del pianista Mario Piacentini col suo quartetto impegnati nel progetto “ A equilibrista e o mar”. La formazione sarà composta da Mario Piacentini al pianoforte, Marco Micheli al contrabbasso, Alfred Kramer alla batteria e percussioni e Maria Piacentini alla voce. Il gruppo, costituitosi per l’occasione, riunisce quattro musicisti con la comune passione per la musica brasiliana. A equilibrista e o mar, l’equilibrista e il mare, titolo del progetto, mette in comunicazione la figura precaria dell’equilibrista, con l’ondeggiare del mare, blu come il jazz. L’equilibrista, fragile e in equilibrio su di un filo sospeso, si contrappone all’essere sublime del mare. A equilibrista e o mar parla di paesi lontani tra loro, l’Italia e il Brasile, che in questa serata cercano un punto d’incontro per raccontare insieme una storia. Si alterneranno brani di musica popolare brasiliana ad altri dalla contaminazione jazzistica e alcuni originali.
La chiusura in grande stile avverà domenica 5 Maggio con il grande João Bosco Quartet composto da João Bosco voce e chitarra, Ricardo Silveira alla chitarra, Kiko Freitas alla batteria, Guto Wirtti al basso
João Bosco è stato amato nel suo paese natale del Brasile per decenni, dagli anni ‘60, quando ha iniziato a comporre e suonare per la prima volta. All’inizio degli anni ‘90, Bosco organizzò un importante tour negli Stati Uniti, e da allora è diventato sempre più popolare a livello internazionale, esibendosi regolarmente al prestigioso Montreux Jazz Festival. Nonostante la sua crescente popolarità al di fuori della sua terra natale, Bosco rimane profondamente legato al Brasile al punto da non lasciarlo mai per lunghi periodi; la sua musica, benché radicata nella classica tradizione brasiliana di samba e bossa nova, combina il rock and roll, il jazz e altri stili etnici in una produzione eclettica che è tanto inventiva e stimolante quanto lui. Nel 2017, Bosco ha ricevuto un Lifetime Achievement Award dalla Latin Recording Academy al 18esimo Annual Latin Grammy Awards. Il suo nuovo album, Mano Que Zuera, è stato rilasciato alla fine dell’anno.
I concerti si terranno presso il teatro sociale di Soresina CR, via Verdi 5 con inizio alle ore 21.15 Le prevendite dei biglietti saranno presso i locali convenzionati in Soresina, alla biglietteria del teatro la sera dei concerti oppure on line https://www.liveticket.it/white-bird Per maggiori info www.white-bird.it oppure info@white-bird.it