Ola Onabule il 9 luglio all’Arena Santa Giuliana per UJ 2016

202

 

 

Ola Onabule all’arena Santa Giuliana il 9 luglio

Olatunji, Olubenga, Omotayo, Olanrewaju, Adetokunbo, Abdul, Majeed, Onabule, alias Ola Onabule è un cantante, compositore, produttore che mette nello stesso piatto il soul-funk-jazz britannico con la musica delle sue radici: la Nigeria. In realtà, il suo è un processo a ritroso: nasce a Londra, da genitori nigeriani, per poi fare ritorno a Lagos dove intraprende gli studi giuridici abbandonati in prossimità della laurea, in favore di una laurea artistica conseguita al Middlesex Polytechnic di Londra. Ed è Londra la sua palestra musicale: tra performance in club e rassegne inizia a comporre la sua musica. Un’attività vorticosa, tanto da essere anche interprete di Porgy & Bess in quel di Vienna, nel marzo 2014.

Otto album all’attivo, il primo risale al 1995: «More Soul Than Sense» per l’Elektra Records del gruppo Warner Bros. La sua perseveranza e la sua passione per la musica hanno forgiato un carattere forte che conserva il suo spirito di libertà artistica, tanto da voler rinunciare alle major per forgiare un suo personale spazio. Così, crea uno studio di registrazione e una casa discografica (Rugged Ram Records) per la quale ha inciso nel  2015 anche il suo ultimo disco «It’s The Peace That Deafens», che sarà presentato a Umbria Jazz il 9 luglio (arena Santa Giuliana, ore 21).  Un lavoro che riflette appieno le sue radici musicali: dalla musica yoruba all’afrobeat, dal jazz al soul. Con lui sul palco ci saranno: Nick Flade (piano e tastiere), Martin Scales (chitarra), Patrick Scales (contrabbasso), Thomas Kaifel (batteria), Oli Savill (percussioni).

Alceste Ayroldi