New Echoes – rassegna di nuova musica svizzera, Venezia dal 26 gennaio

394

La presentazione del cartellone della seconda edizione di New Echoes – rassegna di nuova musica svizzera, a Venezia, non può che far realmente molto piacere e per almeno due ragioni.

La prima è veder confermata, dopo il successo di tutte le date della prima edizione, una programmazione originale e innovativa, fuori da schemi usurati e che vive con una insolita freschezza di idee; la seconda è sentir la vitalità necessaria per resistere – in un clima generale di festival storici che inesorabilmente e con profonda rassegnazione chiudono – e far fronte con nuove prospettive alle mutate esigenze di pubblico e fruizione.

La magnifica Venezia ridiventa così palcoscenico di tale vitalità e avrà come punto centrale il Palazzo Trevisan degli Ulivi, ma si rinnova anche il felice coinvolgimento del Teatrino di Palazzo Grassi e della rassegna Jazz Area Metropolitana a Mirano per dare ospitalità a diversi pubblici e performance.

"New Echoes – rassegna di nuova musica svizzera
Palazzo Trevisan degli Ulivi – foto Monica Carretta

La direzione artistica, affidata a Enrico Bettinello, è stata puntuale nella ricerca di realtà musicali coinvolgenti e innovative, tutte provenienti dalla Svizzera, e con particolare attenzione a quelle che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare e dell’elettronica.

Cinque le date in cartellone articolate tra gennaio e aprile, a partire da venerdì 26 gennaio, per costruire un percorso caleidoscopico e variegato ma convergente in un panorama artistico centrale: permettere alla creatività il superamento di confini e definizioni, far dialogare linguaggi musicali di diversa estrazione ma di ugual impatto emotivo e comunicativo.

 

Venerdì 26 gennaio 2018, ore 21 Palazzo Trevisan degli Ulivi

LA TÈNE (avant folk)

Alexis Degrenier (ghironda)
Cyril Bondi (percussioni)
D’incise (harmonium, elettronica)

Gli echi tradizionali della ghironda, le percussioni, l’elettronica, l’harmonium, mondi che si incontrano, che immaginano nuove geografie scure e sotterranee dove il passato e il futuro danzano assieme attorno al fuoco. La Tène è una delle formazioni più originali della nuova musica svizzera, tra ipnotiche reiterazioni, coreografie immaginarie ed echi visionari.

New Echoes
Il trio La Tène

Venerdì 16 febbraio 2018, ore 21 Palazzo Trevisan degli Ulivi

COLIN VALLON TRIO (jazz)

Colin Vallon (pianoforte)
Patrice Moret (contrabbasso)
Julian Sartorius (batteria, percussioni)

Il trio del pianista Colin Vallon è certo una delle più originali voci del jazz svizzero contemporaneo, grazie a un rapporto con la tradizione che tra lirismo e imprevedibilità crea combinazioni sempre nuove. Con lui il contrabbasso di Patrice Moret e la batteria dello straordinario Julian Sartorius, già ospite di una memorabile performance solista nella scorsa edizione di New Echoes. Non è certo un caso che il trio di Vallon sia una punta di diamante del catalogo della raffinata etichetta ECM.

Colin Vallon Trio - New Echoes
Colin Vallon Trio – foto Nicolas Masson

Venerdì 16 marzo 2018 Palazzo Trevisan degli Ulivi

NICOLE JOHÄNNTGEN QUARTET (jazz)

Nicole Johänntgen (sassofono)
Nehad El Sayed (oud)
Jörgen Welander (tuba)
Clemens Kuratle (batteria)

La vulcanica sassofonista tedesca Nicole Johänntgen vive e lavora in Svizzera da oltre 12 anni. Il suo quartetto con il suonatore egiziano di oud Nehad El Sayed, il suonatore di tuba Jörgen Welander e il batterista Clemens Kuratle crea una fascinosa miscela di jazz e musica orientale. Giocosa e versatile, la Johänntgen sa contagiare con la sua energia coloratissima chiunque la ascolti.

New Echoes 2018
Nicole Johänntgen – foto Jean Baptiste Millot

Martedì 17 aprile 2018, ore 21 Teatrino di Palazzo Grassi

CHRISTIAN MARCLAY “Found in Venice” (performance)

Christian Marclay (oggetti)
Okkyung Lee (violoncello)
Luc Müller (percussioni)

in collaborazione con Fondazione Pinault – Palazzo Grassi Punta della Dogana

Non ci vogliono troppe presentazioni per Christian Marclay, artista che è stato insignito del Leone d’Oro alla Biennale per il suo leggendario The Clock. Artista multidisciplinare da sempre legato alla musica, porta al Teatrino di Palazzo Grassi una performance con il violoncello di Okkyung Lee e le percussioni di Luc Müller che si preannuncia come uno dei grandi eventi del 2018.

Venerdì 27 aprile 2017, ore 21 Teatro di Villa Belvedere, Mirano (Ve)

KAOS PROTOKOLL (jazz/rock)

Simon Spiess (sassofono, clarinetto basso)
Luzius Schuler (tastiere, synth)
Benedikt Wieland (basso, elettronica)
Flo Reichle (batteria, elettronica)

Dopo il grande successo dello scorso anno, la collaborazione con Jazz Area Metropolitana continua all’insegna del miglior jazz elettrico giovane. Nel bel teatro di Villa Belvedere a Mirano arrivano ora i Kaos Protokoll, travolgente band che mescola rock d’avanguardia e improvvisazione free, tenendo strette le redini ritmiche della black music.

I concerti sono a ingresso libero, alcuni con prenotazione.

Per informazioni:

Consolato di Svizzera

Palazzo Trevisan degli Ulivi

Campo S. Agnese, Dorsoduro 810 – 30123 Venezia

Tel. 041 241 1810

eventisvizzeri@palazzotrevisan.it

palazzotrevisan.wordpress.com

facebook: Palazzo Trevisan degli Ulivi

twitter: @pal_trevisan

instagram: @pal_trevisan