Musicafoscari-San Servolo Jazz Fest, dal 26 al 29 ottobre

Rainbows è la nuova edizione del festival jazz organizzato dall’Università Ca’ Foscari Venezia e da San Servolo srl, che nasce dall’incontro del festival di jazz organizzato dall’Università Ca’ Foscari e il San Servolo Jazz Meeting .

81

Il festival si aprirà giovedì 26 ottobre alle ore 21 all’auditorium di San Servolo con The Claudia Quintet, uno dei gruppi più innovativi sulla scena di New York, fondato da John Hollenbeck, batterista e compositore nominato quattro volte ai Grammy Awards.
Venerdì 27 ottobre alle ore 20 nell’Event Pavilion, lo spazio che il gruppo DFS ha dedicato alle arti e alla cultura all’interno di T Fondaco dei Tedeschi, sarà presentato un omaggio a Terry Riley. Si esibiranno i due gruppi studenteschi di Ca’ Foscari — Elettrofoscari e Unive Ensemble — che eseguiranno Olson III, oltre a qualche loro composizione. A seguire l’Ensemble Timegate, specializzato in esecuzioni di “minimal music”,  interpreterà Rainbow in Curved Air, nel cinquantesimo anniversario dalla composizione, insieme a brani di Philip Glass. Questo appuntamento si inserisce nel programma culturale di T Fondaco dei Tedeschi dal titolo Diamoci del tempo che prevede una serie di incontri con artisti, autori e musicisti che hanno messo il tempo, i vari modi di scandirlo e di conservarlo, al centro delle loro riflessioni e del loro lavoro.
Sabato 28 ottobre doppio appuntamento:
alle ore 16.00 alla fondazione Ugo e Olga Levi il sassofonista britannico Evan Parker, terrà una performance al sax soprano e una conduction;
alle ore 21 all’auditorium Santa Margherita sarà la volta del piano solo di Uri Caine.

Evan Parker

 

Uri Caine

Domenica 29 ottobre tre concerti in programma:
alle ore 14.30 a Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna Eloisa Manera presenterà Rondine, composizione per violino ed elettronica;
alle ore 16 sempre a Ca’ Pesaro Fabrizio Ottaviucci al pianoforte eseguirà  musiche di Alvin Curran, Terry Riley e una sua improvvisazione.
alle ore 21, all’auditorium Santa Margherita, Steve Lehman & Sélébéyone chiuderà il festival  con un progetto di ibridazione tra jazz e hip hop africano. In wolof, una delle sette lingue parlate in Senegal, il termine sélébéyone significa intersezione, incrocio, confluenza.

Steve Lehman

I concerti e gli incontri saranno a ingresso libero. Concerto del 27 ottobre su prenotazione.  Scrivere a fondaco.culture@dfs.com
http://www.unive.it/pag/29635/
Il Festival è realizzato con il patrocinio di Regione del Veneto ed è inserito all’interno della programmazione “Le Città in Festa” del Comune di Venezia. È realizzato inoltre con la collaborazione di Fondazione di Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi Onlus, Fondazione Musei Civici di Venezia, T Fondaco dei Tedeschi – DFS , Beit Venezia – Casa della cultura ebraica, il Conservatorio di Musica “B. Marcello” di Venezia e, in qualità di media partner, Radio Ca’ Foscari.