Al via la nuova stagione dell’auditorium Parco della Musica di Roma

1322

11 Festival, 250 concerti e oltre 500 appuntamenti di cultura, arte e musica.

Con circa 260 mila spettatori dall’inizio della stagione 2016 e un incasso lordo di biglietteria di 8,2 milioni di euro, l’Auditorium Parco della Musica di Roma si riconferma il polo culturale di riferimento della Capitale e quello con una delle affluenze di pubblico maggiori in tutta Italia.

A spiegarlo, durante la conferenza stampa di mercoledì 26 ottobre, sono stati il Presidente della Fondazione Musica per Roma, Aurelio Regina l’Amministratore Delegato José R. Dosal e l’Assessore alla Cultura di Roma Luca Bergamo, nel corso della presentazione della nuova stagione del Parco della Musica.

Tantissimi gli appuntamenti in programma, ma soprattutto tanta è la volontà di ampliare l’offerta culturale di un complesso che, negli anni, è diventato un punto di riferimento per la città di Roma.

Questo nonostante la defezione importante, quest’anno, dell’ex Provincia di Roma, ora area metropolitana, uscita da tutte le istituzioni di cui era socia. Un’assenza che, se in termini economici ha significato la mancanza di una parte importante di finanziamenti, non ha comunque compromesso la creazione di una programmazione di alto livello che prevede 11 Festival, 250 concerti e oltre 500 appuntamenti di cultura, arte e musica.

Un programma di qualità è quello che i romani meritano, secondo l’AD Josè R. Dosal che ha voluto precisare l’importanza di riconfermare – anche per la nuova stagione – i format di successo dell’Auditorium.

Si parte con il Roma Jazz Festival, giunto alla sua 40esima edizione, che quest’anno vedrà in concerto, tra gli altri, nomi del calibro di Richard Galliano, Joshua Redman, Brad Mehldau, Billy Cobham e Omar Sosa.

Tra le rassegne in programma ritorneranno anche Libri Come – Festa del libro e della lettura, il Festival Della Danza – Equilibrio diretto quest’anno da Roger Salas, il Festival delle Scienze, il Festival del Verde e del Paesaggio e l’immancabile Luglio Suona Bene, con i concerti all’aperto in Cavea.

Ma non mancano anche importanti novità, come l’introduzione di una Card sconti per i giovani dai 18 ai 30 anni e quella di una programmazione specificamente dedicata ai più piccoli, Auditorium Family. Il nuovo format prevede una serie di appuntamenti studiati per avvicinare i bambini alla musica e alla cultura.

Tra questi segnaliamo il Gioca Jazz a cura di Massimo Nunzi, una serie di appuntamenti durante i quali i bambini avranno la possibilità di “scoprire” gli strumenti musicali interagendo con l’Orchestra e prendendo confidenza con ritmo, armonia e melodia.

Una programmazione ricchissima dunque e che è tuttora un work in progress. E se la presenza di Patti Smith per una data il 13 maggio prossimo è ormai certa, pare che a essere in trattative per un concerto all’Auditorium ci sia anche il Premio Nobel per la Letteratura Bob Dylan.

 Lucilla Chiodi

www.auditorium.com