Grégory Privat «Family Tree»

255

AUTORE

Grégory Privat

TITOLO DEL DISCO

«Family Tree»

ETICHETTA

ACT


Due aspetti emergono prima facie: che il francese-martinicano Privat sia un figlio d’arte (il padre José è stato, dal 1993, pianista e leader della Caribbean band Malavoi), per l’energia che trasuda dalla sua musica, e che abbia trascorso un decennio a studiare musica classica, per l’eleganza del tocco e delle composizioni. Quest’ultimo aspetto si ascolta già dall’overture romanticamente narrativa, cantabile e intensa, che mette in piazza la bravura di Privat, per raffinati gourmets (Le bonheur). L’altro inconfutabile elemento è l’affiatamento del trio: Marthe al contrabbasso è opportunamente lisergico e carico di groove, abile nel contrappuntare tanto gli ostinati quanto le rigogliose fughe del pianista (Riddim), che coniuga sempre e con scapigliata eloquenza la veemenza improvvisativa e gli archetipi del miglior pianismo classico, senza mai perdersi nel manierismo vacuo (Zig Zagriyen, Le parfum). Ogni passaggio dei settantadue minuti del disco vanta una tetragona narrazione, declinata con soluzioni ritmiche sempre diverse, architettate perfettamente dai colpi del ventiseienne Bertholo, forte di un frasario che ben pochi possono vantare (Sizé, Filao).

Ayroldi


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Grégory Privat (p.), Linley Marthe (cb.), Tilo Bertholo (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

26-1-16