Luca D’Agostino e Luciano Rossetti «Immaginare la musica»

172
Cristina Zavalloni - foto Luciano Rossetti tratta da Immaginare la musica
Cristina Zavalloni, Milano 2009 - foto Luciano Rossetti da Immaginare la musica

Luca D’Agostino e Luciano Rossetti «Immaginare la musica»
85 fotografie a colori e b/n, edizione bilingue italiano/inglese
Silvana Editoriale, 2017
Pag. 144, € 28,00.

Il significato del volume ­- catalogo della mostra tenuta a Perugia presso la Galleria Nazionale dell’Umbria, dal 30 giugno al 27 agosto 2017 – è ben preconizzato fin dal gioco di parole contenuto nel titolo: immaginare la musica attraverso le immagini che le fotografie ci consegnano.

immaginare la musicaScorrendo le 85 fotografie scattate da D’Agostino e Rossetti, tra i maggiori interpreti della fotografia di spettacolo in Italia, pagina dopo pagina si imprimono sulle nostre retine i movimenti meditati e i gesti impetuosi colti nell’attimo, le istintive espressioni del viso e del corpo, il senso della coralità o della solitudine, lo scambio di sguardi e i sorrisi d’intesa e di soddisfazione così come le smorfie della veemenza creativa e della concentrazione.

I nostri sensi vengono investiti dalle infinite sollecitazioni e, immagine per immagine, ci stimolano a ricomporre un quadro completo: riusciamo a sentire la musica che viene soffiata nei sassofoni, pizzicata sulle corde delle chitarre, percossa sui tasti dei pianoforti, diretta dai movimenti delle braccia o cantata nei microfoni. L’atto musicale risiede non solo nella esecuzione dal vivo ma contempla gli istanti che la precedono, che la seguono.

Gli scatti fotografici, quando colti dall’obiettivo di chi ama ciò che ritrae, ci restituiscono l’integrità della musica con le sfumature e le ombre più nascoste e di conseguenza più preziose e sincere. I musicisti ritratti (tra i quali Lucio Dalla, Evan Parker, Paolo Conte, Carla Bley, Arvo Pärt, Sting, Yuja Wang, Stefano Bollani, Markus Stockhausen e i Morcheeba) rappresentano le musiche più diverse, classica e jazz, rock e pop, reggae e contemporanea, e sanno renderci un’immagine univoca, complessiva, universale dell’arte, senza distinzioni e confini.

E questo ci emoziona, ancora una volta.

Monica Carretta

U.T.Gandhi, Udine 2001 - foto Luca D'Agostino da Immaginare la musica
U.T.Gandhi, Udine 2001 – foto Luca D’Agostino da Immaginare la musica