CremonaJazz 2018 – dal 7 aprile a 19 maggio

488
CremonaJazz 2018
Omar Sosa con Ylian Canizares

CREMONAJAZZ – dal 7 aprile a 19 maggio 2018

Atmosfera sorridente alla conferenza stampa della quarta edizione del CremonaJazz, con una bella interazione tra i molti giornalisti e fotografi presenti.  Ringraziamenti e anche scelte raccontate, da parte del direttore artistico Gianni Azzali – confermato per il terzo anno consecutivo – e qualche giusta considerazione sulla natura eminentemente culturale della manifestazione (il sindaco Gianluca Galimberti) e la valorizzazione di Cremona come «città della musica», oltretutto in un luogo cosi unico, magnifico e acusticamente strutturato (Virginia Villa, direttore generale della Fondazione Museo del Violino Antonio Stradivari).

E così i musicisti che arrivano per il soundcheck – proprio tutti, sostiene Azzali – entrano nell’auditorium Giovanni Arvedi stupefatti ed entusiasti, ed è realmente uno degli elementi che contribuisce a fare della rassegna qualcosa di davvero speciale: suonare la meraviglia, lasciarla volare in questa bellissima struttura a forma di violino e soprattutto riuscire a infonderla anche in un pubblico maggiormente abituato alla musica classica. Magia che cerca di compiersi a ogni edizione.

CremonaJazz 2018
L’auditorium Giovanni Arvedi, Cremona – foto Mino Boiocchi

All’interno dell’auditorium esiste inoltre un caffè chiamato Chiave di Bacco, dove ogni sera prima del concerto principale verrà dato spazio ad alcuni bravissimi strumentisti presenti sul territorio, in un’atmosfera tipicamente da «aperijazz» però dotata di pubblico attento e rispettoso.

                                          •••••

Sabato 7 aprile

Ore 18,30 Il trombettista Gianni Satta si esibisce in trio, accompagnato dalla ritmica sontuosa dei bravi Giovanni Guerretti all’hammond e Alberto Venturini alle percussioni.

Ore 21,00 Omar Sosa con Ylian Canizares: musica densa di sfumature, interplay intenso e quel senso di malinconia allegra che la musica cubana infonde.  In questo caso l’ispirazione è data dal lavoro discografico «Aguas» e vede il pianista misurarsi con la carica vitale della bravissima cantante e violinista.

 

Sabato 14 aprile

Ore 18,30 Ermanno Principe Trio, con il bandleader a voce e batteria accompagnato da Alberto Bonacasa al pianoforte ed Enzo Frassi al contrabbasso.

Ore 21,00 Fabio Concato con il trio di Paolo Di Sabatino: che il cantautore avesse sempre giocato con sonorità altre dal pop è cosa nota, e pensando a brani come Rosalina non vediamo l’ora di assistere al concerto anche solo per scoprire gli arrangiamenti creati per questa serata. Il piano di Di Sabatino, il basso di Marco Siniscalco e la batteria di Glauco Di Sabatino contribuiranno certamente all’ottima resa del progetto musicale.

CremonaJazz 2018
Fabio Concato

Sabato 5 maggio

Ore 18,30 Two Late: organo hammond ancora in primo piano, qui co-protagonista in un duo inedito formato dall’interessante strumentista milanese Alberto Gurrisi e dalla poliedrica batterista Laura Klain. Suoni funky, jazz and soul e aperitivo gustato battendo il piede a ritmo.

Ore 21,00 Andrea Motis Quintet, «Emotional Dance»: ritorna qui il tema della meraviglia, o di quell’inafferrabile sensazione dell’immenso nel minuscolo. Andrea canta, poi smette e suona la tromba e il pensiero va a Chet e forse è un po’ troppo ed è troppo giovane e accidenti però quant’è brava. Imperdibile concerto insieme al fido contrabbassista Joan Chamorro e Iguasi Terraza al pianoforte, Josep Traver alla chitarra ed Esteve Pi alla batteria.

CremonaJazz 2018
Andrea Motis – foto Carlos Peric

Giovedì 10 maggio

Ore 18,30 Gypsy Katch Quartet, e anche qui un momento molto piacevole ben eseguito da Hillary Katch e Michele Frigoli a chitarra e voce, Stefano Zeni al violino e Mauro Sereno al contrabbasso.

Ore 21,00 «The Changing Light», Stacey Kent: raccontano le biografie che l’americana Stacey arriva in Europa per studiare lingue e invece qualcuno l’ascolta cantare… La voce, in effetti, è da favola e soprattutto lo è una certa raffinatezza nel porgerla, e questa serata è l’occasione giusta per potersene rendere conto. Insieme a lei il marito Jim Tomlinson a sax e flauto, Graham Harvey a pianoforte e piano elettrico, Jeremy Brown al contrabbasso e Josh Morrison alla batteria.

CremonaJazz 2018
Stacey Kent

Sabato 19 maggio

Ore 18,30 Giuseppe Bellanca Trio: con il leader a voce e tromba suoneranno Gaetano Valli alla chitarra a Alessandro Turchet al contrabbasso per un gruppo drumless connotato dalla voce di Bellanca, tenore alla Scala e a un tempo ottimo jazzista.

Ore 21,00 «You’ve Changed»: Fabrizio Bosso Quartet & Paolo Silvestri String Ensemble: che questa ballad abbia ispirato il trombettista è evidente sin da quel bellissimo album in cui era la voce di Dianne Reeves a eseguirla, e anche in quel particolare caso la fusione tra fiati ed archi diveniva l’orientamento artistico preminente. In questa serata gli archi sono affidati a un grande musicista come Paolo Silvestri, mentre Bosso ritrova al piano la lucidità di Julian Oliver Mazzariello e la ritmica perfetta di Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Nell’ensemble diretto da Silvestri troviamo Prisca Amori come primo violino, Elton Madhi, Luca Bagagli e Zita Mucsi ai violini, Nico Cicurugno alla viola, Suzanne Kraznai al violoncello e Igor Barbaro al contrabbasso.

CremonaJazz 2018
Fabrizio Bosso – foto Andrea Boccalini

Alla fine della conferenza stampa, com’è consuetudine, si ringraziano gli importantissimi sponsor, chi organizza e chi produce. Il pensiero di chi scrive va invece a Cremona e a quell’allure che la rende riconoscibile come «città della musica» per antonomasia e vorremmo stare in prima fila a incoraggiarla, questa città morbida e un po’ inconsapevole, vorremmo un pubblico meno abbottonato, che applauda gli assolo senza remore, vorremmo tanto più jazz dappertutto, vorremmo che chi ama il jazz non se ne stia in disparte e fondi un jazz club… Piccoli passi: nel frattempo godiamoci il CremonaJazz tra aprile e maggio.

Per informazioni: Museo del Violino, tel. 0372 080 809

http://www.cremonajazz.it

Lorenza Cattadori