Chiara Liuzzi «Floating… Visions of Billie Holiday»

250
AUTORE

Chiara Liuzzi

TITOLO DEL DISCO

«Floating… Visions of Billie Holiday»

ETICHETTA
Leo

 


 

Nell’amplissima congerie degli «omaggi» che, nel corso del 2015, sono stati dedicati a Billie Holiday, in occasione del centenario della nascita, in molti casi rivelatisi privi di interesse e calligrafici, si iscrive anche il secondo album del singolare trio che già nel 2010 aveva esordito con l’ottimo «Elica» (pensato tuttavia entro una cornice progettuale diversa). L’album ripropone dunque l’originalissima mistura timbrica, offrendo «visioni» come asciugate e private del superfluo – trattamento che, per contrasto, ne esalta l’impatto finale – di alcuni dei brani più noti del canzoniere di Lady Day (tra esse Gloomy Sunday, Don’t Explain, My Man, God Bless The Child, Lover Man, Strange Fruit: classici assoluti, in buona sostanza).

Quel che evita la sensazione di già ascoltato, donando al disco il pregio di un indiscutibile fascino, è la singolare interazione del trio: Liuzzi mantiene il suo canto a un livello di lineare semplicità, tuttavia ricca di addentellati emotivi, sempre di tono cristallino, aprendo spazi alle incursioni dei compagni di viaggio. Massaro conferma il proprio suono niente affatto idiomatico, scuro e soffiato, capace di forti evocazioni. La Volpe proietta cornici elettroniche rarefatte, eppure capaci di incidere profondamente sulle strutture (forse per la dimensione analogica e mai disumanizzata che le caratterizza), segnando i tempi e dialogando in modo sapiente con la voce della leader e i fiati. Accanto ai brani veri e propri, due «sogni» (Dream 1 e 2) in cui effetti decisamente ambient si fondono alla lettura di frammenti di Lady Sings The Blues, fatta da Liuzzi.

Esito complessivo di ottima riuscita, per originalità e piacevolezza.

Cerini


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Chiara Liuzzi (voc.), Francesco Massaro (Bar., cl. basso, timbila, crackle box) Adolfo La Volpe ( elettr., sint., crackle box)

DATA REGISTRAZIONE

5-1-2015