Brad Mehldau & Chris Thile – Milano – 8 novembre 2017

151
Brad Mehldau & Chris Thile

Brad Mehldau & Chris Thile – JazzMi 2017 – Teatro Dal Verme , Milano 08 novembre 2017

Negli ultimi dieci anni Brad Mehldau non ha smesso di stupire con progetti innovativi, diversi dalle classiche formule del piano solo e del trio che gli hanno dato fama. Queste proposte si sono incentrate soprattutto sul duo, e oltre a varare l’abbinamento con un jazzista puro come Joshua Redman, il pianista si è cimentato con il batterista Mark Guiliana e, oggi, replica con il mandolinista e cantante Chris Thile, sconosciuto nel mondo del jazz ma star del folk acustico e del «Progressive Bluegrass».

La forza iconoclasta di Mehldau risiede nell’attenta osservazione dell’ambiente circostante e nella conseguente scelta – come in questo caso – di partner che possano arricchire il suo linguaggio scavando dentro la musica popolare americana per trovare le radici comuni tra il jazz e quel country influenzato anche da tradizioni musicali celtiche e anglosassoni.

L’inizio del concerto ha visto i due convivere in un grande equilibrio, cosa non facile per due strumenti dalle dinamiche così diverse, e il lirismo di Mehldau e il suadente canto di Thile sono riusciti a stregare la platea.

Il mandolinista ha forte personalità e presenza scenica: lascia stupefatti per la sua velocità di esecuzione mentre si dimena sul palco e mette in scena una mimica facciale che diverte e coinvolge il pubblico. Come nei suoi altri progetti in duo, Mehldau sta attento a non essere invasivo e presta la sua suprema capacità di armonizzatore costruendo con pazienza muri di suono attorno allo scatenato mandolinista.

Il repertorio è diviso tra composizioni originali dei due e brani prelevati dal grande songbook della musica americana con autori come Bob Dylan, Fiona Apple, Elliot Smith in una grande fusione tra nuovo ed antico che reca inevitabili tracce di patriottismo e di frontiera. La debordante vitalità di Thile ha calamitato l’attenzione del pubblico, finendo col mettere in secondo piano il contributo pur preziosissimo di Mehldau.

L’esibizione è comunque stata apprezzatissima e lungamente applaudita dal folto pubblico che ha gremito il Teatro dal Verme, in un’altra tappa che va a suggellare il ritorno di un grande festival jazz a Milano. In ossequio ai desideri dei musicisti, che hanno richiesto l’assenza dei fotografi, pubblichiamo la sola immagine del palcoscenico in attesa del concerto.

Giancarlo Spezia

Brad Mehldau & Chris Thile