ATTACK-A-BOOGIE: TRA SWING E CABARET

81

[youtube width=”590″ height=”360″ video_id=”x6poyDgKLzY”]

Salumeria della Musica, Milano, 25 gennaio 2014

«Gli Attack-a-Boogie si formano alla fine del lontano 2002 per opera del cabarettista e showman Andrea Di Marco (dei Cavalli Marci) il quale una sera, probabilmente in preda all’alcool, propose a Cesare Grossi di mettere su una band che si rifacesse al sound swingante e spettacolare di Louis Jordan e di Cab Calloway …». Così racconta il sito della band.

Andrea Di Marco (voce, chitarra e showman) e il resto del gruppo – Gianpiero Lo Bello (tr.), Paolo Pezzi (sass.), Cesare Grossi (p.), Riccardo Barbera (cb.) e Folco Fedele (batt.) – si sono gettati in una ricca carrellata musicale tratta dal repertorio statunitense dagli anni Quaranta ai Sessanta e frammista a brani di tradizione popolare e classici napoletani e siciliani importati in America dagli emigranti. Partendo con Just A Gigolo del 1929 (scritta da Leonello Casucci) per giungere a Diana, resa celebre da Paul Anka, hanno attraversato il trentennio, tra il serio e il faceto, a suon di swing, boogie woogie, r’n’b e rock’n’roll ispirati alla forma spettacolo del cabaret: Caldonia, Minnie The Moocher, Mambo Italiano, Oi Marì, Buonasera (Signorina), That’s Amore, Fly Me To The Moon.

L’intesa tra i musicisti è palpabile, in particolare nella sezione ritmica, considerati i numerosi e repentini cambi di tempo o di ritmo chiesti dall’incalzante repertorio, così come per assecondare le esigenze cabarettistiche di Di Marco; gli ha prestato fianco e simpatia nelle gag il versatile Gianpiero Lo Bello, ottimo trombettista anche nelle uscite solistiche. In maniera forse inaspettata, poi, il vivace Di Marco ha coinvolto dal pubblico il chitarrista e autore Savino Cesario in un fuori programma su Is You Is Or Is You Ain’t My Baby.

Grande divertimento del pubblico nei frequenti botta e risposta e giochi musicali, e totale trasporto (solo rare eccezioni) nei ballabili boogie o rock’n’roll: d’altronde, come dice la stessa band, si tratta di un «100% Pure Jumping Jive Show».

P Landriani